Quotidiano Nazionale logo
1 mag 2022

Niente sfratto per il Rimini: "Potrà giocare al Neri, ma un’ora dopo"

Posticipata alle 17 la gara dei biancorossi con il Seravezza, decisiva per le sorti del campionato

La contemporaneità con l’Adunata degli Alpini sposta le lancette avanti di un’ora: Rimini-Seravezza, partita decisiva del campionato di serie D, si giocherà regolarmente domenica al Romeo Neri, ma con calcio d’inizio alle 17 e non alle 16. Lo ha annunciato il sindaco Jamil Sadegholvaad a margine della presentazione dell’accordo con la Federazione danza sportiva e con un post su Facebook. Dunque, inizio della partita posticipato di un’ora. Una soluzione molto meno ‘traumatica’ rispetto alle altre ipotizzate: spostamento in altra sede, oppure porte chiuse (cioè senza la presenza dei tifosi sugli spalti). "Ora è ufficiale: domenica 8 – le parole del primo cittadino – il Rimini giocherà al Romeo Neri alle 17. I biancorossi potranno quindi disputare la partita contro il Seravezza nello stadio di casa, nonostante la concomitanza dell’adunata degli Alpini".

In avvio di stagione la società biancorossa aveva avanzato alla Lega la richiesta, poi accolta, di poter giocare in trasferta domenica 8 maggio. Poi il Covid e i rinvii che ne sono seguiti hanno cambiato i programmi: il calendario è stato modificato riportando i biancorossi al Neri proprio nel fine settimana in cui nella zona dello stadio sarà allestito un centro di smistamento dell’Adunata. La proposta di posticipare di un’ora la gara era "caldeggiata – scrive il sindaco su Facebook – dalla dirigenza del Rimini Calcio, dal presidente Alfredo Rota al direttore Franco Peroni". Ed è stata "accolta dalla Lega di serie D" (che ufficializzerà lo spostamento con ogni probabilità domani). Non solo: slitteranno tutte le partite del girone, perché nelle ultime giornate di campionato le gare si devono giocare in contemporanea. "Alla fine – dice Sadegholvaad – ha prevalso la ragione". Poi un ringraziamento al prefetto Giuseppe Forlenza "che si è mostrato molto sensibile verso una richiesta che arrivava dalla città e che insieme al Comune si è attivato per trovare la soluzione migliore. Un ottimo lavoro di squadra".

Giuseppe Catapano

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?