Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 apr 2022

Pasqua apre la strada a un’estate al top

Bilancio oltre le aspettative: le famiglie bloccano già le ferie. Cavalieri (associazione albergatori): "Manca solo la stazione dei treni"

20 apr 2022

La Regina sogna in grande dopo una Pasqua che ha visto aprire quasi 80 strutture alberghiere e che ora vede confermare prenotazioni ed eventi con numeri importanti fino a metà maggio. Dunque la stagione è già in fase di decollo con arrivi significativi.

"Il weekend pasquale è andato bene - conferma Massimo Cavalieri, presidente dell’associazione albergatori - anche per le prenotazioni giunte in massa all’ultimo momento e che hanno convinto molti operatori ad aprire le loro strutture. Credo che si sia visto anche dai viali pieni di gente e dalle passeggiate al mare. I tornei sportivi, poi, in questi giorni hanno dato una grande spinta, ma non è finita qui…..". Infatti non si chiude perché ora vi è una serie di manifestazioni con weekend importanti: "Il prossimo ponte del 25 aprile si annuncia meno affollato della Pasqua ma sempre significativo - prosegue Cavalieri - poi avremo in serie il weekend lungo della Festa dei Fiori, con il suo cinquantesimo anniversario che richiama sempre visitatori anche da fuori provincia (weekend del 1° maggio), poi avremo circa 500 alpini ospiti nelle nostre strutture di Cattolica anche se il raduno (l’8 maggio) sarà a Rimini ed infine a metà maggio avremo la Gran Fondo degli Squali che avrà circa 3.000 iscritti e con tanti accompagnatori e famigliari riempirà circa una novantina di hotel tra Cattolica, Gabicce e Misano. Dunque credo che fino a metà maggio vi sarà un buon flusso di visitatori anche in città. Naturalmente qualche hotel chiuderà ad intervalli per poi riaprire, ma vi sarà un trend comunque in crescita".

E le sensazioni complessive per l’estate sono buone: "Stanno arrivando prenotazioni significative da parte delle famiglie italiane per vacanze settimanali - prosegue Cavalieri -, siamo fiduciosi perché crediamo, nonostante la crisi in Ucraina, che vi sarà movimento in Italia e la riviera, con il suo rapporto qualità e prezzo, sarà sempre una meta ricercatissima. Speriamo di ritornare ai livelli pre-Covid, di estati come quella del 2019".

Infine un pensiero ad alcuni servizi e trasporti fondamentali: "Attendiamo con ansia che parta il cantiere per la nuova stazione dei treni - conclude -, è fondamentale anche come immagine e biglietto da visita per la città, anche per rilanciare le nostre ambizioni di poter ottenere fermate di treni da grandi città, il nostro rilancio passa anche da interventi come questo".

Tutto l’indotto cattolichino sorride: avwere un’ottantina di hotel aperti a fine aprile segna davvero un buon inizio di stagione.

Luca Pizzagalli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?