Quotidiano Nazionale logo
19 apr 2022

Pasqua, sapore d’estate Rimini riabbraccia i turisti

Primo test della stagione: folla a Marina Centro, spiagge prese d’assalto. I bagnini: "Aspettavamo questo momento, molta più gente del previsto"

featured image
Tanta gente a Rimini a Pasqua e Pasquetta

"Non ci si aspettava tante gente in spiaggia". Sfoggia un sorrisso Mauro Vanni, presidente della Cooperativa bagnini di Rimini sud. Le temperature non certo estive a Pasqua non hanno fermato un esercito di turisti e riminesi, pronti alla prima tintarella persino sotto l’ombrellone. Bagnanti coraggiosi che hanno sfidato il vento proveniente da nord est. E che per nulla scoraggiati, ieri – con temperature più gradevoli –, sono tornati sulla sabbia. Nella zona di Marina Centro fino ad arrivare a superare gli stabilimenti davanti a piazzale Tripoli, lo sport la faceva da padrone con il Paganello e il beach volley. Ma non c’erano solo sportivi. "Era pieno di gente, pieno di persone arrivate a Rimini in questi giorni – riprende Vanni –. Tantissime le famiglie che hanno affollato i parchi giochi degli stabilimenti in spiaggia con i bambini". Sono tornati anche i servizi televisivi dal bagno 26, il Tiki. "È andata molto meglio del previsto – ci racconta Gabriele Pagliarani –. A Pasqua è stato freschino, ma già a Pasquetta si stava meglio. La gente ha voglia di spiaggia, c’è chi faceva il pic nic, chi prendeva l’aperitivo, i ristoranti erano pieni. Il Comune e chi cura la promozione ha presentato un buon prodotto. Chi, come me, ha cominciato a mettere i primi ombrelloni ha anche lavorato un pochino, è un buon segno. Vorrei solo che finisse la guerra. Per tutti non è bello avere questo pensiero fisso mentre si ha voglia di divertirsi e ritrovare un po’ di serenità". Le tensioni internazionali e il Covid ancora ben presente "hanno portato gli italiani a concentrarsi sulle località del nostro Paese. In fondo è anche un bene". Un plauso anche da parte del sindaco Jamil Sadegholvaad: "Riannodiamo un filo spezzato, ed ora siamo pronti a fare il bis per il 25 aprile". La Pasqua è ormai archiviata e offre spunti interessanti per il settore turistico. Il primo riguarda le aspettative per il prossimo fine settimana, che con la Liberazione, lunedì, porterà un altro ponte da due o tre notti per i turisti.

A prenderci gusto sono anche i bagnini. "Noi dipendiamo dalle previsioni meteo – premette Vanni –. E purtroppo in mezzo alla settimana è prevista una perturbazione con piogge". Tuttavia "se il meteo dovesse rimettersi a posto entro il prossimo fine settimana allora ci sarebbero le premesse per far trovare la spiaggia in parte allestita". Tradotto, dopo i pochi che a Marina Centro hanno proposto gli ombrelloni sulla sabbia e non solo al riparo dalle cabine, i bagnini potrebbero cominciare a mettere le ‘ombre’. "Con la spiaggia livellata ci saranno diversi colleghi che cominceranno ad allestire gli ombrelloni. Vedere così tante gente per Pasqua è stato un bel segnale, significa che le persone hanno voglia di mare e di rilassarsi. Molti hanno scelto la riviera. Ora speriamo nel cielo e in un po’ più di caldo". A non soffrire il freddo ieri sono state anche le tantissime persone che hanno fatto festa al Playa Boho al Marano, zona Riccione, dove dal primo pomeriggio è iniziata la festa targata Cocoricò.

Andrea Oliva

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?