Ha pestato e stuprato la donna che aveva conosciuto in un sito d’incontri, cercando anche di portarle via quanti più soldi possibile. Il pubblico ministero, Davide Ercolani, non ha perso tempo e ha chiesto per l’uomo il giudizio immediato. La giustizia è stata veloce, e giovedì mattina il 44enne, tutt’ora in carcere, comparirà davanti al giudice. Deve rispondere di violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia ed estorsione.

La convivenza tra i due era iniziata nel settembre del 2019, subito dopo che la riminese l’aveva conosciuto in un sito di incontri. Si era innamorata al punto che lui non ci aveva messo molto a piazzarsi a casa sua, dove lei viveva con la figlia. Una pacchia per l’uomo che non aveva un lavoro e che passava le sue giornate steso sul divano a bere birra e a chiederle soldi. Fino a quando la donna aveva cominciato a protestare, e da quel momento erano cominciati i pestaggi. La picchiava con uno straccio bagnato, così da non lasciarle segni sul corpo. E ogni volta che gli rifiutava i soldi che voleva, lei ne prendeva talmente tante da costringerla a cedere. Ma lo stupro di cui era stata vitima il 10 agosto scorso, le aveva dato finalmente il coraggio di scappare di casa e di chiamare la Polizia. Di lì a poco l’uomo era stato arrestato dagli investigatori della Squadra mobile.