Polizia locale: "Nel 2023 aumentati gli arresti"

Aumentano arresti e controlli a Riccione: più servizi di pronto intervento, unità cinofila attiva e manifestazioni vigilate. Polizia locale intensifica presidio del territorio e sequestri di sostanze stupefacenti.

Polizia locale: "Nel 2023 aumentati  gli arresti"

Polizia locale: "Nel 2023 aumentati gli arresti"

Sempre più arresti e comunicazioni di reati all’autorità giudiziaria, sottolineano dal municipio di Riccione. Non solo, crescono anche "gli equipaggi in servizio di pronto intervento e per il controllo dell’arenile". Ma anche "più controlli con l’unità cinofila, più sequestri di sostanze stupefacenti e più manifestazioni vigilate. E sempre più numerosi sono i controlli effettuati in supporto ai militari dei carabinieri". In tema di sicurezza dal Comune replicano snocciolando i numeri dei servizi del 2023. "Numeri che dimostrano il cambiamento di strategia operativa dell’attività del corpo di Polizia locale - precisano -. Nel 2023 sono stati 1.129 gli equipaggi impiegati in servizio di pronto intervento con un +15% rispetto all’anno precedente, e 468 quelli in servizio per il controllo dell’arenile", qui l’aumento è del 90%. "Sono aumentati del 50% i servizi con l’impiego dell’unità cinofila, 149 in totale, mentre sono incrementate del 20% le manifestazioni vigilate, 43. La Polizia locale ha supportato l’Arma in 48 operazioni di controllo del territorio".

A questo vanno aggiunti sette arresti: tre per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, due per utilizzo di documenti di identificazione falsi e due per altre tipologie di reato. Numeri con i quali l’amministrazione vuole testimoniare l’aumento dell’attività della Polizia locale, e una nuova strategia per il presidio del territorio. "La strategia messa in campo dalla Polizia locale è stata quella di concentrare tutte le risorse disponibili in quei luoghi e in quegli ambiti che maggiormente necessitano di presidio costante e controllo da parte della polizia locale. Questa strategia è stata impiegata anche sul demanio marittimo". Molto impegnata anche l’unità cinofila. "I parchi e i luoghi di aggregazione giovanile hanno visto una presenza costante delle divise. Il cane poliziotto Ziko è divenuto una presenza stabile. L’attività ha permesso di sequestrare nel 2023, circa 2 chili di hashish, mezzo chilo di cocaina e varie altre tipologie di stupefacenti".