Programma e squadra di governo nelle mani dei Capitani Reggenti

I vertici della Democrazia Cristiana ieri dai capi di Stato che hanno convocato per venerdì l’Ufficio di presidenza dal quale uscirà la data del prossimo Consiglio, quello del giuramento.

Programma e squadra di governo nelle mani dei Capitani Reggenti

Programma e squadra di governo nelle mani dei Capitani Reggenti

Programma e squadra di governo nelle mani dei Capitani Reggenti. ‘Consegnate’ ieri dai vertici della Democrazia Cristiana al termine della sessione consigliare. Come da programma e nei tempi stabiliti. Da una parte c’è il programma, quei punti sui quali ’battere’ nel corso della prossima legislatura. Cosa che la Dc farà insieme a Libera, Partito dei socialisti e dei democratici e Alleanza Riformista, come concorcato. Dall’altra c’è la squadra di governo, i dieci prossimi segretari di Stato che presto andranno a sedere in Congresso. Ora i prossimi passi, quelli che daranno ufficialmente il la al prossimo governo. "Come avevamo anticipato, l’obiettivo di questa nuova maggioranza costituita da due coalizioni è di dare quanto prima un governo alla Repubblica e ai suoi cittadini – dice alla tv di Stato il segretario della Dc, Giancarlo Venturini – Abbiamo ricevuto il mandato alle 13.15, abbiamo concordato di consegnarle in giornata proprio per dare modo alla Reggenza di convocare l’Ufficio di presidenza e poi il Consiglio la prossima settimana per gli ultimi atti".

I Reggenti hanno già convocato l’Ufficio di presidenza per venerdì mattina. Quel giorno sarà fissata la data e l’ordine del giorno della prossima convocazione del Consiglio grande e generale. Nella quale si procederà alla discussione e votazione del programma di governo e alla nomina del Congresso di Stato. Con tanto di giuramento. Nei giorni scorsi tutti gli attori in scena hanno messo le carte in tavola. Così, è nata la squadra di governo nella quale sette su dieci saranno Segretari uscenti. Con tante conferme, seppur con qualche cambio di ruolo. Marco Gatti e Luca Beccari della Dc sono confermati rispettivamente a Finanze ed Esteri. Proprio come Mariella Mularoni (Dc) e Federico Pedini Amati (Psd), a Sanità e Turismo. Teodoro Lonfernini (Dc) trasloca dal Lavoro all’Istruzione e Stefano Canti (Dc) dal Territorio alla Giustizia. Proprio come Andrea Belluzzi (Psd) dall’Istruzione agli Interni. Poi i volti nuovi. Rossano Fabbri di Alleanza Riformista sarà il prossimo segretario di Stato all’Industria, mentre a Libera spetteranno Territorio e Lavoro, rispettivamente con Matteo Ciacci e Alessandro Bevitori. Non resta quindi che attendere la fine della prossima settimana per dare il via ufficialmente, e materialmente, alla 31esima legislatura.