"Dalle prime notizie giunte dall’adunanza del Consiglio di Stato è emerso che vi è stato interesse alle tesi dei balneari e questo fa ben sperare. Tuttavia sapremo entro fine anno, speriamo, quale sarà il parere del Consiglio di Stato sulla estensione al 2033 delle concessioni balneari. Non abbiamo elementi per pensare che possa prevalere il rinvio alla Corte di Giustizia Europea, ma tutto è possibile. Siamo in attesa, come tutti". Preoccupato il commento di Confartigianato dopo la sessione del Consiglio di Stato sulle proroghe. "L’augurio – dice il presidente Imprese Demaniali Mauro Vanni – è che la politica prenda in mano la situazione ed eserciti la sua prerogativa di decidere con equità, nel rispetto degli interessi e delle persone.

Tocca proprio alla politica dare contenuti ad una legge chiara e definitiva".