Prostituzione, multe fino a 500 euro. Agenti in borghese per controllare

Sanzioni anche per chi con l’auto intralcia la circolazione. L’ordinanza resterà in vigore fino al 15 gennaio

Prostituzione, multe fino a 500 euro. Agenti in borghese per controllare

Prostituzione, multe fino a 500 euro. Agenti in borghese per controllare

Prostituzione in strada: arrivano le multe. Alle lucciole (più severe) e ai clienti. E’ entrata in vigore l’ordinanza ’contingibile e urgente’ del Comune per "prevenire e contrastare" i pericoli legati all’esercizio della "prostituzione sulla pubblica via" (sarà in vigore fino al 15 gennaio 2025). Prevista una sanzione fino a 500 euro (400 euro se pagati entro 60 giorni) a "coloro che porranno in essere comportamenti diretti a offrire prestazioni sessuali a pagamento". L’ordinanza vieta anche la "richiesta di informazioni a soggetti che pongano in essere tali comportamenti", e di "concordare con gli stessi l’acquisizione di prestazioni sessuali a pagamento". Per i clienti-conducenti (a piedi nessun problema) è prevista la sanzione a norma del Codice della strada: multa per chi "alla guida di veicoli a eseguire manovre pericolose o di intralcio alla circolazione stradale". In questi casi, la sanzione (amministrativa) è di 42 euro, che salgono a 56 euro se la violazione viene "accertata in orario notturno , dalle 22 alle 7 di mattina". "Nonostante il vuoto legislativo per contrastare questo fenomeno – sottolinea Palazzo Garampi – è intenzione dell’amministrazione non abbassare la guardia, anche sulla scorta dei buoni risultati ottenuti negli scorsi anni".

"Nell’ambito delle attività di controllo – conclude il Comune – sarà inoltre portato a conoscenza dell’Agenzia delle Entrate e del Comando Provinciale della Guardia di Finanza qualunque fatto o atto ritenuto rilevante ai fini fiscali per eventuali valutazioni".

Troppo lungo l’elenco delle strade ’off limits’. Tra le altre, viale Regina Elena, Regina Margherita, Principe di Piemonte, le vie Novara, Teramo, Foglino, Cavalieri di Vittorio Veneto, Losanna, Mosca, Guglielmo Marconi, e tutto il tratto di Statale 16 Adriatica compreso tra il confine con Bellaria Igea Marina e Riccione (qui c’è la concentrazione maggiore).

m.gra.