Quotidiano Nazionale logo
21 apr 2022

Quelle telefonate che costano care

Fioccano multe per chi guida col cellulare in mano e per la sosta nei parcheggi riservati ai disabili

Padroni della strada, in barba alle regole e al senso civico. Tanto che gli stalli riservati alla sosta dei veicoli con persone disabili diventano posteggi come altri, dove piazzare l’auto. In questo inizio anno la municipale del Comune di Rimini ha elevato 54 sanzioni in soli 3 mesi, comunque in misura inferiore a quanto accaduto negli anni precedenti (68 nello stesso periodo del 2021 e 56 l’anno precedente). Anche le cinture di sicurezza continuano a essere un oggetto sconosciuto per tanti. Settanta le sanzioni contro le 90 di un anno fa e le 128 dei primo trimestre del 2020. Cattive abitudini che non se ne vanno nonostante le multe salate.

Le strisce pedonali continuano a essere un fastidio per alcuni automobilisti poco avvezzi a fermarsi se un pedone cerca di attraversare la strada. La mancata precedenza ha portato a 8 sanzioni, numero simile a al 2021, ma esattamente la metà rispetto al 2020. Ci sono poi le scartoffie, almeno così le considera chi evita di pagare l’assicurazione del veicolo e pensa di fare a meno della revisione del veicolo. Nel primo caso ad essere state beccate e sanzionate sono state 40 persone (un anno fa furono 54). Nel caso della revisione del veicolo i verbali sono stati ben 176 in soli tre mesi non scostandosi molto da quanto visto negli ultimi due anni. Infine il telefonino: sono 87 le persone colte alla guida con lo smartphone in mano.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?