Rapina un ragazzo e tenta di praticare ‘massaggio africano’ a una 17enne, arrestato

Protagonista un senegalese di 35 anni finito in manette per rapina e violenza sessuale

Festa in spiaggia Marano Ricicone (Foto Pasquale Bove)

Festa in spiaggia Marano Ricicone (Foto Pasquale Bove)

Riccione (Rimini), 17 luglio 2014 - E' finito in manette con l’accusa di rapina e violenza sessuale il senegalese di 35 anni che ha prima rapinato del portafogli un ragazzo e poi tentato di praticare un 'massaggio africano' a una ragazzina di 17 anni. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri, l’uomo avrebbe preso di mira un gruppo di giovani, tre ragazzi e due ragazze, appena uscito da uno dei locali del Marano di Riccione.

Mentre uno dei ragazzi rimaneva per qualche minuto lungo la pista pedonale dei locali, il senegalese lo bloccava e sotto la minaccia di un taglierino si faceva consegnare il portafoglio. Dopo essersi ripreso dallo spavento, il giovane si era affrettato in direzione degli amici ancora seduti sulle brandine scoprendo con stupore che il senegalese rapinatore si trovava proprio su una delle sdraio palpando una delle ragazze. Alle spalle di una delle due ragazze, il senegalese stava tentato di convincere la minorenne a farsi praticare un 'massaggio africano' abbracciandola e palpandola. A quel punto il gruppo di ragazzi lo aveva allontanato e, chiedendo aiuto ad un negoziante, aveva avvertito i carabinieri.