Rastrelliere per le bici assenti sul lungomare

I bagnini lanciano l’sos al Comune di Cattolica. Accordo con palazzo Mancini. per individuare nuovi spazi.

Rastrelliere per le bici  assenti sul lungomare

Rastrelliere per le bici assenti sul lungomare

Il lungomare nuovo Rasi-Spinelli ora è off-limits anche per le biciclette, poiché mancano spazi per i posteggi a Cattolica. I bagnini hanno incontrato l’amministrazione comunale ieri mattina a Palazzo Mancini per cercare una soluzione: "Abbiamo dato la nostra disponibilità per far parcheggiare turisti e cittadini negli spazi adiacenti agli stabilimenti dove possibile – conferma Roberto Baldassarri, presidente della Coop.Bagnini –, ma abbiamo chiesto collaborazione e sensibilità all’amministrazione comunale per una situazione un po’ caotica. Specie per gli stabilimenti che non hanno visto avanzare le loro cabine verso mare, con nuovi lavori, gli spazi sono molto ridotti per le bici e ci si deve adeguare ove possibile". Dopo il trasferimento dei posti per gli scooter in altre vie dunque ecco un altro disagio, ma i bagnini sono pronti ad attrezzarsi, anche se in prospettiva futura chiedono assolutamente un piano di installazione per nuove rastrelliere sulla stessa passeggiata del nuovo lungomare: "Naturalmente questa situazione potrà essere sostenibile per quest’anno appena – continua Baldassarri – poi è necessario programmare un piano di allestimento, anche sul lungomare stesso, per alcune rastrelliere per le bici, perché gli spazi attuali non sono sufficienti".

Il lungomare è in via di completamento e dunque anche questo aspetto sul posteggio delle bici rappresenta un ulteriore tema da perfezionare, ma sono in atto tanti ragionamenti a Palazzo Mancini. Anche sulla viabilità più in generale. Tra qualche settimana si attende l’inaugurazione ufficiale di tutta l’opera che ha portato comunque a numerose novità di giorno e di sera in piena zona a mare. La presenza dei vigili urbani in una parte del chiosco, detto pop-up, è comunque garanzia di controlli costanti e di ordine pubblico in un’area che vede insistere attività, fornitori, turisti, bus, auto, bici, scooter e tanto altro.

lu.pi.