Rifiutano di tagliargli i capelli e lui sfascia la vetrina del barbiere

Follia in via Sella: il giovane si era presentato nel salone senza appuntamento

Rifiutano di tagliargli i capelli e lui sfascia la vetrina del barbiere

Rifiutano di tagliargli i capelli e lui sfascia la vetrina del barbiere

Un pomeriggio di ordinaria follia in via Quintino Sella, nel centro storico di Rimini. Un giovane, probabilmente di origine sudamericana, venerdì ha seminato il caos in un negozio di barbiere, costringendo i titolari a chiamare i carabinieri che sono intervenuti sul posto con una pattuglia. Prima dell’arrivo delle forze dell’ordine, lo scalmanato è riuscito comunque a far perdere le proprie tracce allontanandosi in monopattino. L’allarme è scattato attorno alle 17.15, quando il ragazzo si è presentato nel negozio chiedendo di farsi tagliare i capelli. A quell’ora il salone era molto affollato e c’erano diversi clienti in fila in attesa del loro turno. I titolari hanno spiegato di non poterlo servire visto che non aveva fissato un appuntamento, invitandolo quindi a tornare un’altra volta. Il giovane a quel punto ha iniziato a scaldarsi. Con tono arrogante, e senza risparmiare degli insulti, pretendeva a tutti i costi di avere il suo taglio di capelli. Il clima si è surriscaldato rapidamente e, da una parte e dall’altra, sono cominciate a volare parole pesanti. Il ragazzo ha perso le staffe e ha rotto uno degli specchi presenti all’interno del negozio. Dopo il suo gesto è stato trascinato fuori di peso e invitato ad andarsene. Prima di allontanarsi, ha iniziato a prendere a calci la porta a vetri del locale danneggiandola. A quel punto è accorsa in via Quintino Sella una pattuglia dei carabinieri. I militari hanno raccolto la testimonianza dei titolari del negozio e hanno iniziato a perlustrare la zona alla ricerca dell’esagitato, che sembrava però essersi volatilizzato nel nulla. In seguito sarebbe ripassato nuovamente davanti al barbiere, percorrendo via Quintino Sella in monopattino.