ANDREA OLIVA
Cronaca

Rimini, l’ultimo saluto al patron della Valleverde Armando Arcangeli

I funerali con una cerimonia intima: un centinaio di persone a dare l'ultimo saluto all'imprenditore in una piccola chiesetta a Coriano, tra le lacrime di familiari, amici e conoscenti

L'ultimo saluto a Coriano (Rimini) al patron della Valleverde Armando Arcangeli (Foto Petrangeli)

L'ultimo saluto a Coriano (Rimini) al patron della Valleverde Armando Arcangeli (Foto Petrangeli)

Coriano (Rimini), 12 giugno 2024 – Una piccola chiesetta su una collina, immersa nel silenzio della campagna.

L’ultimo saluto ad Armando Arcangeli, il patron della Valleverde, è stato nella chiesa di Sant’Innocenza di Montetauro, nel corianese, distante anni luce dal clamore globale che assunse la Valleverde sotto la guida di Arcangeli.

Nella piccola navata hanno trovato posto un centinaio di persone, amici e conoscenti che hanno voluto salutare un imprenditore e uomo sempre rimasto legato alla sua terra. E qui che ha posto le basi di un’azienda capace di arrivare ai tempi d’oro a circa 270 dipendenti. Quei tempi appaiono lontani come le luci dello spettacolo e dei divi hollywoodiani che occupavano le pubblicità della Valleverde.

L’addio ad Arcangeli è stata una cerimonia intima con la richiesta della famiglia di fare una donazione alla Piccola famiglia dell’Assunta, una comunità di fratelli e sorelle consacrati che vive sul colle di Montetauro, dedicandosi alla preghiera e condividendo tutta la sua vita con tanti ‘piccoli’ con disabilità affidati alla loro cura.