Sul posto è intervenuta la polizia (Foto di repertorio Spf)
Sul posto è intervenuta la polizia (Foto di repertorio Spf)

Rimini, 24 agosto 2019 - In pieno centro e di prima mattina è scattata una fuoriosa rissa che ha coinvolto almeno otto persone, che si sono colpito a calci e pugni, seminando il panico. Il tutto è accaduto alle 7.30 al Caffè delle Rose di Viale Vespucci. A quanto raccontato dai testimoni i ragazzi stavano facendo colazione ai tavoli esterni del bar quando hanno iniziato a litigare, mandando in frantumi anche una vetrata del locale. 

Una delle persone coinvolte nella zuffa è risultata anche in possesso di un coltello. Sul posto, chiamati dal personale del locale, sono arrivati gli agenti delle Volanti. All'arrivo dei poliziotti alcuni ragazzi sono scappati, mentre sono stati arrestati un cittadino marocchino di 23 anni residente a Milano, già noto alle forze dell'ordine, per resistenza e lesioni nei confronti di un agente di Polizia, danneggiamento aggravato per aver spaccato la vetrata del Caffè delle Rose e lesioni gravi nei confronti di un cittadino rumeno coinvolto nella rissa.

Quest'ultimo - medicato in Pronto Soccorso, ne avrà per 20 giorni - è stato a sua volta arrestato per resistenza e lesioni per avere spaccato due denti al giovane marocchino ed è stato denunciato a piede libero perché trovato in possesso di un coltello da cucina con una lama di 30 centimetri.

Stando alle indagini dei Poliziotti - che hanno visionato le immagini di video sorveglianza del locale coordinati dal sostituto procuratore, Luca Bertuzzi - tutto sarebbe successo a causa di un diverbio tra il cittadino rumeno e il cittadino marocchino. Le altre persone presenti, tra cui un amico del rumeno identificato in Questura, sarebbero intervenute solo per dividerli.