Proteste per i lavori di demolizione dell’ex villa del notaio Colucci, scomparso tempo fa. I vicini, in particolare quelli del condominio Ceccarini 110, di fronte all’ex Dancing Vallechiara, invasi dalla polvere e dai rumori causati dal cantiere, reclamano a voce alta. Gran parte di loro, turisti con seconda casa a Riccione, per il...

Proteste per i lavori di demolizione dell’ex villa del notaio Colucci, scomparso tempo fa. I vicini, in particolare quelli del condominio Ceccarini 110, di fronte all’ex Dancing Vallechiara, invasi dalla polvere e dai rumori causati dal cantiere, reclamano a voce alta. Gran parte di loro, turisti con seconda casa a Riccione, per il disagio se ne sono andati prima del tempo. Foto e video alla mano, mostrano lo scenario. "In queste condizioni – sbotta una rappresentanza dei residenti – è impossibile vivere. Sappiamo che i lavori di demolizione in questo periodo non si possono fare, come previsto dal regolamento comunale, ma quando abbiamo reclamato, i tecnici ci hanno detto che è stata concessa una deroga. Così da una dozzina di giorni ci troviamo in queste condizioni. Non si poteva aspettare l’inizio di ottobre? In pieno centro si fanno fuggire i turisti, mentre a maggio il sindaco, quando ancora la spiaggia era chiusa, invitava i turisti a venire al mare? Oltretutto qui non si rispettano neppure gli orari di lavoro. Vanno avanti dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19. E’ intervenuta la nostra amministratrice, ma anche lei non sa più come fare: ha avvertito anche la Polizia municipale". E ancora: "Con il caldo si sta con le finestre aperte, alcuni ne approfittavano per mangiare sulle terrazze, invece niente, bisogna starsene serrati dentro. La polvere è devastante perché non stanno usando i cannoni nebulizzanti, ma semplici gomme come quelle per innaffiare i giardini. Le auto sono ricoperte di polvere per cui chi è rimasto deve metterle sotto il palas a caro prezzo". Tra i condomini c’è chi è intervenuto per lo smaltimento dell’eternit, a suo parere non smaltito a dovere.

Nives Concolino