Un’ottantina di casi di positività al Covid a San Patrignano. Ne dà notizia la stessa comunità. Parte dei casi "si è evidenziato nella casa alloggio, struttura per malati terminali di Aids, dove sono stati registrati 37 casi sui 50 pazienti presenti". Dal 25 ottobre la struttura è stata attrezzata per le cure di primo livello (ossigenoterapia, terapie per Covid) in collaborazione con l’ospedale di Rimini. A oggi tre pazienti della Casa alloggio già affette da gravi patologie sono state trasferite a Rimini per ossigenoterapia. Oltre a questi casi di positività, ne sono stati riscontrati una quarantina fra i ragazzi in percorso. Al momento sono tutti casi asintomatici o con sintomi lievi, quindi i ragazzi non manifestano problemi e hanno già rassicurato telefonicamente i propri familiari. San Patrignano ha attuato una quarantena volontaria di tutti quei settori di cui i ragazzi positivi fanno parte. Al termine si sottoporranno a un ulteriore tampone. E’ stato già fatto uno screening dell’intera comunità. "La fortuna è che ad oggi, a eccezione dei tre casi della casa alloggio tutti i ragazzi positivi stanno bene o hanno lievi sintomi", dice Antonio Boschini responsabile sanitario di San Patrignano. Per due settimane sono state sospese all’interno attività scolastiche e corsi di formazione.

Mario Gradara