Gli agenti della Polizia locale hanno effettuato i rilievi nel luogo dell’incidente
Gli agenti della Polizia locale hanno effettuato i rilievi nel luogo dell’incidente
Il trenino turistico che urta accidentalmente la bicicletta. Una ragazza sbalzata sull’asfalto. Il sangue che sgorga dalla ferita alla testa. Si è temuto il peggio per la ciclista riminese di 26 anni coinvolta nell’incidente avvenuto ieri mattina a Miramare. In un primo momento le condizioni della ragazza sono apparse critiche, tanto che si è deciso di trasportarla d’urgenza in eliambulanza all’ospedale Bufalini di Cesena. A seguito di accertamenti, tuttavia,...

Il trenino turistico che urta accidentalmente la bicicletta. Una ragazza sbalzata sull’asfalto. Il sangue che sgorga dalla ferita alla testa. Si è temuto il peggio per la ciclista riminese di 26 anni coinvolta nell’incidente avvenuto ieri mattina a Miramare. In un primo momento le condizioni della ragazza sono apparse critiche, tanto che si è deciso di trasportarla d’urgenza in eliambulanza all’ospedale Bufalini di Cesena. A seguito di accertamenti, tuttavia, il taglio riportato sarebbe risultato meno grave del previsto. Fino a ieri pomeriggio la 26enne era ancora tenuta sotto osservazione dai medici del nosocomio cesenate: le sue condizioni risultavano tuttavia stazionarie e ormai può essere considerata fuori pericolo.

L’episodio è andato in scena attorno alle 10.30 all’incrocio tra via Marconi e via Sabaudia, all’altezza della chiesa dell’Immacolata Concezione. A quell’ora, in piena estate, via Marconi è generalmente affollatissima: macchine, scooter, biciclette, passanti che vanno e vengono, turisti che scendono verso il mare. Nel traffico c’è anche la 26enne, cameriera in un locale della zona, che procede in direzione di Rimini in sella alla sua bicicletta. L’esatta dinamica è ancora al vaglio degli agenti della Polizia locale. A un certo punto, stando alle prime ricostruzioni, pare che la giovane ciclista abbia imboccato contromano la strada, trovandosi di fronte il trenino turistico, che come di consueto stava portando a spasso alcuni visitatori nelle vie di Miramare. Sarebbe stato proprio quest’ultimo, stando alla versione fornita da alcuni testimoni, a provocare la caduta della ciciclista. Quest’ultima, in base ai rilievi effettuati, avrebbe infatti urtato l’ultimo vagone del mezzo. Un impatto non molto violento, ma sufficiente a sbalzarla dal sellino facendole battere la testa sull’asfalto. La ragazza ha incominciato subito a perdere molto sangue. Il conducente del trenino avrebbe invece proseguito per la sua strada, non essendosi accorto dello scontro. L’allarme è scattato subito e in via Marconi si sono precipitate un’ambulanza e un’auto medicalizzata a sirene spiegate. Viste le iniziali condizioni della giovane, i medici hanno ritenuto opportuno far decollare l’eliambulanza da Ravenna. In seguito il trasporto al Bufalini. Sul posto anche la Polizia locale per i rilievi.

Lorenzo Muccioli