Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Si parte allo stadio: ministri, governatori e parà

Tutti col naso all’insu: arrivano i parà! Il via ufficiale dell’Adunata oggi alle 13, con l’apertura dello Stadio Romeo Neri. Imponente la presenza istituzionale. Annunciati tre ministri: Lorenzo Guerini (Difesa, in foto) , Roberto Cingolani (Transizione ecologica), Federico D’Incà (Rapporti con il Parlamento). E diversi governatori, a partire dal presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini, che farà gli onori di casa; poi Alberto Cirio (Piemonte), Luca Zaia (Veneto) e Massimiliano Fedriga (Friuli Venezia Giulia). Un pomeriggio all’insegna di sport, eventi e cerimonie. Si parte con le partite di calcio delle squadre giovanili. Dopo le gare inizieranno gli ingressi, in formazione, delle associazioni amiche e simpatizzanti degli alpini, quindi le associazioni d’Arma, i vessilli delle Sezioni e i gagliardetti dei Gruppi Ana, i rappresentanti del Comune di Rimini, di Provincia e Regione e di San Marino, le autorità locali e militari e il Labaro dell’Associazione Nazionale Alpini. Completato lo schieramento il pubblico potrà assistere al lancio dei dodici paracadutisti alpini che atterreranno sul prato dello stadio.

Momento emozionante sarà quello dell’ideale passaggio di consegne tra Milano – sede della precedente Adunata nel 2019 – e Rimini con l’arrivo della staffetta e del tedoforo che compirà l’ultimo tratto del percorso.

A seguire l’alzabandiera con un tricolore di ben 50 metri, che verrà disteso dai vigili del fuoco. Quindi la cerimonia con i saluti di benvenuto delle autorità e l’accensione del tripode che precederanno la premiazione delle squadre di calcio e delle scolaresche. Chiusura in musica con il carosello della fanfara.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?