Il turista modenese stava passeggiando con la moglie in viale Ceccarini quando è stato aggredito da un ragazzo che lo ha buttato a terra
Il turista modenese stava passeggiando con la moglie in viale Ceccarini quando è stato aggredito da un ragazzo che lo ha buttato a terra
Una nuova banda dei Rolex in azione a Riccione. Questa volta però il colpo non è andato a segno, cinturino del prezioso orologio si è spezzato e i rapinatori sono stati costretti a scappare a mani vuote. L’aggressione si è consumata l’altro pomeriggio. Poco dopo le 19, un modenese, di 60 anni, sta passeggiando con la moglie. Sono appena arrivati...

Una nuova banda dei Rolex in azione a Riccione. Questa volta però il colpo non è andato a segno, cinturino del prezioso orologio si è spezzato e i rapinatori sono stati costretti a scappare a mani vuote.

L’aggressione si è consumata l’altro pomeriggio. Poco dopo le 19, un modenese, di 60 anni, sta passeggiando con la moglie. Sono appena arrivati all’angolo tra viale Ceccarini e viale Milano, quando si consuma l’assalto. Un giovane ‘atterra’ l’uomo, e una volta che questo è a terra, cerca di sfilargli il Rolex. Ma nella colluttazione il cinturino si spezza, e a quel punto il rapinatore molla la presa, si rialza velocemente e sale sullo scooter del complice che lo sta aspettando poco lontano. Ovviamente li avevano seguito per un pezzo, aspettando il momento giusto per agire. L’allarme ai carabinieri scatta subito, ma la descrizione fornita dalla vittima e dalla moglie è molto sommaria. Tutto si è svolto troppo in fretta, i banditi avevano il casco in testa e non c’è molto che possa aiutare gli investigatori a rintracciarli.

Ma nella zona c’è un’altra banda che sta agendo da due settimane. Sono un uomo e una donna e utilizzano la ‘tecnica dell’abbraccio’. Lei si avvicina con la scusa di cercare una via, quindi abbraccia la sua vittima e gli sussurra la ‘proposta’: quella di fare sesso con lei per pochi soldi. Il tempo necessario per sfilargli l’orologio senza che nemmeno l’altro se ne accorga. Hanno colpitop due volte a Riccione e una a Rimini, poi sembrano avere abbandonmato la ‘piazza’. Ma, come sempre quando arriva l’estate, per una banda che va ce n’è sempre un’altra pronta a rimpiazzarla. I carabinieri hanno intensificato i controlli, sperando di riuscire a trovare qualche indizio, anche grazie alle telecamere, che li porti sulla strada giusta.