San Marino, 10 ottobre 2018 - Il ministro sammarinese alle Finanze, Simone Celli, si è dimesso. L’annuncio durante la seduta della Commissione.

Nella durissima relazione di Celli sotto accusa ci sono Banca Centrale, le forze di opposizione e il tribunale (nella persona di un solo giudice): una sorta di ‘unione’, secondo l’ex ministro, del tutto refrattaria al cambiamento del Paese e alle riforme del sistema bancario e finanziario che lui avrebbe tentato di mettere in atto.

Le dimissioni saranno ufficializzate ai Capi di Stato lunedì prossimi, 15 ottobre.