Ida Cucco, 103 anni, con le nipotine Vittoria e Anna
Ida Cucco, 103 anni, con le nipotine Vittoria e Anna

Riccione (Rimini), 4 giugno 2020 - Appena il tempo di ricevere dal premier Conte il via libera agli spostamenti oltre i confini regionali e già in mattinata la temeraria nonnina-sprint lascia la sua Fabriano per raggiungere la Romagna dove può riabbracciare le pronipoti di uno e cinque anni. Ida Cucco, 103 anni da compiere a ottobre, già dalla scorsa settimana aveva iniziato a contare i giorni che la separavano dal viaggio in auto verso il litorale, accompagnata dalla figlia Loretta Bartocci per poter finalmente esaudire il desiderio di parlare dal vivo con le adorate bambine. "Si parte, andiamo a trovarle", le prime parole pronunciate dalla supernonna, praticamente appena dopo l’alba, sollecitando la figlia alla trasferta tanto attesa, in quanto per l’ultima volta Ida aveva visto Vittoria (cinque anni) e Anna (uno, compiuto il mese scorso) a Natale a Fabriano.

"Si è emozionata nel constatare che la più piccola sta ormai imparando a camminare", rivela la figlia Loretta dopo aver assistito anche al forte abbraccio tra la bisnonna e le bambine, tale da attraversare ben quattro generazioni. L’’impavida ultracentenaria è andata anche oltre e dopo aver consumato il pranzo in terra riccionese, nel pomeriggio si è trasferita a Rimini, in corso d’Augusto nella gioielleria di Laura e Andrea Bartorelli per regalare un braccialetto alle piccole. È stata lei stessa a varcare la porta del negozio, ovviamente in mascherina, e a scegliere i gioielli con la massima cura.

"Ida - sostienea Laura Bartorelli - è una cliente speciale. Già altre volte, quando è venuta in città, non ha fatto mancare la visita al nostro negozio per acquistare regali per la famiglia. Come l’ho trovata? Anche stavolta in forma per merito del suo grande spirito, e anche perché la figlia Loretta è veramente un’accompagnatrice di livello che aiuta moltissimo la madre, tenendola sempre attiva anche a livello psicologico".

Shopping e gusto estetico sono due degli ingredienti principali dell’impressionante verve dell’anziana di ferro. Del resto il 18 maggio scorso, ovvero il primo giorno della riapertura commerciale post lockdown, è stata una delle prime clienti a metà mattinata nel salone fabrianese di via Cavallotti della parrucchiera Gabriella Gubinelli. "Non ne potevo più di vedermi con un’acconciatura così disordinata", lo sfogo di Ida dinanzi alla professionista che le ha curato il look. Ieri come due settimane prima, Ida ha subito ha sfruttato l’ulteriore allentamento delle restrizioni, "perché - rivela la figlia - la sua voglia di vivere non conosce limiti e questo suo atteggiamento così positivo e propositivo può rappresentare un esempio per tante persone".