L’uomo sta combattendo da gennaio con la sua persecutrice che lo segue ovunque vada
L’uomo sta combattendo da gennaio con la sua persecutrice che lo segue ovunque vada
"La legge a quanto pare non è uguale per tutti, se al mio posto ci fosse stata una donna perseguitata da un uomo, la magistratura sarebbe già intervenuta. Io sono mesi che combatto con una stalker e nessuno l’ha ancora fermata". Paolo, 40 anni, è un commerciante riminese che dal gennaio scorso non campa più. O meglio, vive la sua vita con un’ombra che non lo lascia mai. E’ una ragazza di 22 anni che vive a San...

"La legge a quanto pare non è uguale per tutti, se al mio posto ci fosse stata una donna perseguitata da un uomo, la magistratura sarebbe già intervenuta. Io sono mesi che combatto con una stalker e nessuno l’ha ancora fermata".

Paolo, 40 anni, è un commerciante riminese che dal gennaio scorso non campa più. O meglio, vive la sua vita con un’ombra che non lo lascia mai. E’ una ragazza di 22 anni che vive a San Giuliano, poco distante da dove Paolo ha il suo negozio. Nemmeno lo conosce, ma a quando pare si è innamorata follemente di lui solo a guardalo, e dal gennaio scorso non l’ha più mollato. Fin dall’inizio il commerciante ha respinto ogni suo tentativo di approccio, facendole chiaramente capire che non era interessato a lei. Ma questo non l’ha per niente scoraggiata, anzi. Ha cominciato a chiamarlo continuamente, entra nel negozio e lo abbraccia dicendo di amarlo. E ogni volta che va a prendere la macchina per tornare a casa, lei è lì, pronta a spalancare lo sportello e salire. "All’inizio ho cercato di contenere i danni – racconta Paolo – è molto giovane e non volevo crearle dei guai. Ho cercato di convincerla a lasciarmi perdere, ma non c’è stato niente da fare". La sua ‘ombra’ lo pedina regolarmente. "Se vado alle poste lei mi segue, se vado dal tabaccaio c’è anche lei". Ho presentato diverse denunce, ma lei continua imperterrita nella sua persecuzione. "Quando arrivo al lavoro sono costretto a parcheggiare l’auto lontanto, sperando di non trovarla. Ma è inutile, e per fortuna non ha ancora scoperto dove abito. Io non ne posso più, sono sfinito, mi è venuta l’ansia e vivo in una perenne tensione".

Paolo però è anche arrabbiato, perchè crede che in questa vicenda si stia consumando una "discriminazione sessuale". "Nonostante i ripetuti interventi della forze dell’ordine, non è successo niente. Mi hanno detto che tutto è già arrivato in Procura, ma nei confronti della stalker non è stato preso alcun provvedimento. Sono sicuro che se si trattasse di una donna ad essere perseguitata da un uomo, si sarebbero già mossi. Cosa devo pensare: che la legge non è uguale per tutti".

Alessandra Nanni