Rimini, 6 ottobre 2018 - Il primo a mettersi in fila è stato Paolo Ciavatta: "Sono arrivato ieri pomeriggio, alle 16... Ho passato tutta la notte qui fuori, ma è stato divertente". Cosa non si fa, per avere i biglietti per la prima assoluta del Teatro Galli (la programmazione). Sono stati centinaia i riminesi che hanno fatto la coda, da ieri fino a stamattina, fuori dalla biglietteria (ancora al 'vecchio Teatro Novelli, fino a quando il Galli non aprirà) per assicurarsi i biglietti per il concerto inaugurale del 28 ottobre con Cecilia Bartoli e per gli altri spettacoli inaugurali del teatro, quello del 3 novembre con Roberto Bolle e il doppio appuntamento con l'opera "Simon Boccanegra" diretta da Valery Gergiev (il 10 e l'11 novembre).

Teatro Galli Rimini, la fila per i biglietti

LEGGI ANCHE Il presidente Mattarella atteso a dicembre

La biglietteria apriva alle 10, ma alle 5 del mattino c'erano già quasi un centinaio di persone in coda. C'è chi ha passato la notte in tenda, come Fabio Berry: "E' stato come fare il campeggio, abbiamo distribuito un po' di spritz a chi era in coda con noi". Tende, coperte, sedie pieghevoli per affrontare la lunga nottata. Ma ne è valsa la pena... Ciavatta ha comprato i biglietti per tutti e tre gli spettacoli. "Non vedevo l'ora, aspettavo questo momento da tanti anni". Già, i riminesi aspettano il Galli dal 1943, da quando i bombardamenti distrussero una parte del teatro. Finalmente è l'ora di tornare in scena.

LEGGI ANCHE Il fiore del teatro Galli diventa bomboniera per i matrimoni

Il teatro come è oggi a pochi mesi dall'inaugurazione