Vigili del fuoco in azione (immagini di repertorio)
Vigili del fuoco in azione (immagini di repertorio)
Rimini, 1 febbraio 2020 - Tenta di incendiare la casa dell’ex compagna, fermato dalla polizia. E’ accaduto ieri attorno alle 18. Le fiamme stavano avvolgendo un appartamento di via Pascoli. La proprietaria ha dato l’allarme. Sotto casa c’era una bombola del gas, con rubinetto aperto, la quale emanava fuoco contro un ciclomotore di proprietà della figlia della donna.
Mentre i vigili del fuoco spegnevano le fiamme, la donna ha raccontato che
alle 17.30 circa, mentre si trovava in strada per recarsi a gettare la spazzatura, notava il suo ex-compagno che, dopo essere entrato in cortile, afferrava alcuni indumenti trovati su uno stendino e, dopo averli depositati sopra il ciclomotore della figlia, con un accendino appiccava il fuoco ad una bombola del gas presente vicino al motoveicolo, provocando una grossa fiammata che avvolgeva sia il veicolo che i panni.
La donna raccontava che l’uomo, già in altre occasioni aveva dato fuoco, all’interno della camera da letto, ad alcuni indumenti sopra al materasso. Inoltre, quasi tutti i giorni, da quando i due si sono lasciati, l’uomo si era presentato a casa provocando danni all’abitazione e aggredendo l’ex compagna. In considerazione dei grafi fatti accaduti e del pericolo che costituisce per la donna, l’uomo G.R., 49 anni, residente nel palermitano, ma di fatto a Rimini, veniva sottoposto a fermo di polizia giudiziaria e accompagnato presso la casa circondariale di Rimini.