Vaccinazioni nelle case di riposo
Vaccinazioni nelle case di riposo

Rimini, 27 ottobre 2021 - Via alla terza dose anche per i sessantenni e settantenni, nonché per tutti coloro che soffrono di diabete, obesità e altre patologie. Per i ’fragili’ la somministrazione della terza dose è già partita da alcuni giorni, ma l’Ausl sta inviando ora l’sms che invita a prenotare l’appuntamento per il richiamo anche agli under 60 che soffrono di alcune patologie. Sono migliaia nel Riminese coloro che hanno già ricevuto o stanno ricevendo il messaggio in queste ore.

Per quanto riguarda invece settantenni e sessantenni, per loro è possibile già fissare l’appuntamento per la terza dose. I canali di prenotazione restano i soliti: ci potrà recare direttamente in uno degli sportelli Cup, in farmacia, si potrà telefonare al numero unico del Cuptel o infine prenotare tramite il Cupweb e le altre piattaforme web. Per fare la terza dose, è necessario che siano trascrsi almeno sei mesi dalla somministrazione della seconda. Ma quanti sono i riminesi tra i 60 e i 79 anni chiamati a fare il nuovo richiamo del vaccino anti-Covid? Poco meno di 30mila, stando ai dati forniti dall’Ausl.

Finora hanno completato il ciclo vaccinale circa 15mila sessantenni riminesi, pari all’81% dei residenti in questa fascia di età, e poco più di 13mila settantenni, l’87% della popolazione tra i 70 e i 79 anni. Naturalmente la campagna vaccinale prosegue con la somministrazione di prima e seconda dose, e della terza per over 80 e persone affette da patologie. Tra ultraottantenni sono già migliaia nel Riminese coloro che hanno ricevuto la terza vaccinazione. La campagna va avanti anche nelle case di riposo, dove si sta provvedendo al richiamo di ospiti e personale. Da sabato scorso via libera alla terza dose anche per i sanitari, sia i dipendenti Ausl sia gli altri.