Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
17 giu 2022

"Turismo, a giugno presenze come nel 2019"

I dati di Visit Rimini: gli hotel tornati ai livelli pre-pandemia. Oltre il 20% degli ospiti arriva da Germania, Austria, Svizzera e Belgio

17 giu 2022
Due giovani turiste nella zona del porto: il mese di giugno ha visto anche il ritorno di tanti ragazzi
Due giovani turiste nella zona del porto: il mese di giugno ha visto anche il ritorno di tanti ragazzi
Due giovani turiste nella zona del porto: il mese di giugno ha visto anche il ritorno di tanti ragazzi
Due giovani turiste nella zona del porto: il mese di giugno ha visto anche il ritorno di tanti ragazzi
Due giovani turiste nella zona del porto: il mese di giugno ha visto anche il ritorno di tanti ragazzi
Due giovani turiste nella zona del porto: il mese di giugno ha visto anche il ritorno di tanti ragazzi

La pandemia è alle spalle. Giugno, partito con il botto grazie a Rimini Wellness e al ponte della festa della Repubblica, sta regalando parecchie soddisfazioni agli albergatori. Secondo i dati elaborati da Visit Rimini, giugno si sta rivelando il mese della vera ripartenza. "Si registra un’occupazione media delle camere degli alberghi del 70%, contro il 50% dello stesso periodo dello scorso anno". Non solo: da qui a fine mese "l’occupazione media negli hotel salirà al di sopra del 80%". Che significa, secondo Visit Rimini, che "siamo tornati ormai ai livelli di presenze turistiche paragonabili agli anni precedenti la pandemia".

A Rimini, da settimane, si rivedono finalmente anche numerosi turisti stranieri. Un trend che era già iniziato a maggio, e che si sta confermando sempre più in questo mese. "Nelle settimane centrali di giugno – continua Visit Rimini – si registra il ritorno dei tedeschi e, seppure in misura minore, anche di svizzeri, austriaci e belgi". Tanto che la percentuale di ospiti da questi paesi "arriva al 20%". Merito, naturalmente, anche delle vacanze di Pentecoste, che si concluderanno il prossimo weekend. Al ritorno degli stranieri si accompagna in generale quello dei gruppi organizzati. Prima le scuole, poi i gruppi di giovani che sono arrivati qui per tornei ed eventi sportivi. Le manifestazioni sportive, insieme a Rimini Wellness, hanno fatto da traino. Ma secondo Visit Rimini è ripartito anche il turismo della terza età. A confermare quanto già sostenuto – nei giorni scorsi – da Giovannino Montanari, il presidente provinciale di Fiavet (è il sindacato delle agenzie di viaggio) nonché titolare del gruppo Montanari tour, tra i colossi del settore.

Il peggio è passato? Pare proprio di sì, anche se per tirare le somme bisognerà attendere luglio e agosto. Ma dopo un maggio molto importante per la ripresa del turismo, grazie anche e soprattutto all’Adunata nazionale degli alpini, giugno conferma la netta ripresa. E’ vero che "non tutte le settimane sono da tutto esaurito, ma le performance – continua l’agenzia di promozione turistica – sono già decisamente al di sopra dello scorso anno". E i prossimi eventi sono destinati a confermare l’andamento positivo: da Ginnastica in festa, la kermesse protagonista in Fiera dal 24 giugno al 3 luglio "che tornerà quest’anno ai consueti numeri di partecipazione" ai Campionati europei di tennistavolo (sempre alla Fiera, dal 25 giugno al 2 luglio). "Considerando il periodo che viviamo, tra la guerra in Ucraina, l’inflazione e il rincaro dei costi per l’energia, Rimini e la Romagna – dice il presidente di Visit Rimini Stefano Bonini – confermano di essere tra le destinazioni preferite in Italia di turisti italiani e stranieri".

ma.spa.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?