MANUEL SPADAZZI
Cronaca

Ultimo brindisi nel borgo. Chiude il ristorante Sottosale. I titolari: "Una scelta sofferta"

Andrea Pinto: "L’attività stava andando bene, in questi otto anni siamo cresciuti. Ma adesso io e mia moglie ci prendiamo una pausa per mettere su famiglia"

Ultimo brindisi nel borgo. Chiude il ristorante Sottosale. I titolari: "Una scelta sofferta"

Ultimo brindisi nel borgo. Chiude il ristorante Sottosale. I titolari: "Una scelta sofferta"

Rimini, 16 giugno 2024 – Borgo San Giuliano perde uno dei suoi ristoranti principali. Sabato prossimo finirà l’avventura del Sottosale, il locale inaugurato otto anni fa negli stessi spazi dove c’erano stati la Locanda di Miranda di Serena Grandi e, prima ancora, l’Acero rosso, primo ristorante stellato a Rimini. A dare l’annuncio sono gli stessi gestori. "Per noi è una scelta sofferta, perché il ristorante sta andando piuttosto bene – premette Andrea Pinto, il titolare – In questi anni il Sottosale è riuscito a crescere e si è consolidato. La decisione di chiudere dipende solo da motivi famigliari. Io e mia moglie Yulia, che gestisce insieme a me il ristorante, abbiamo capito che è arrivato il momento di prenderci una pausa. Vogliamo mettere su famiglia, e l’impegno che richiede un locale come il Sottosale ci avrebbe reso tutto più complicato". Ma quello di Pinto e della moglie non è un addio alla ristorazione. "Con il Sottosale abbiamo fatto una bellissima esperienza, che ci ha permesso di crescere e capire meglio il mondo della ristorazione. Abbiamo alcuni bei progetti per il futuro, ma adesso ci prendiamo un po’ di tempo per noi". Che ne sarà del Sottosale? Proseguirà con un’altra gestione o cambieranno il nome e il tipo di locale? "La situazione è in evoluzione, a giorni potremo dire qualcosa di più a riguardo".

Questo ora è il tempo dei saluti, e dei ringraziamenti. "In questi anni ci siamo trovati molto bene nel borgo San Giuliano e abbiamo avuto la fortuna di essere testimoni dei cambiamento e dei lavori di riqualificazione della zona. E ci siamo trovati benissimo con tutti i colleghi, il livello della ristorazione al borgo San Giuliano è molto elevato". Appena si è sparsa la notizia della chiusura, tanti hanno scritto e telefonato a Pinto. "Ci ha fatto piacere, perché significa che abbiamo lasciato qualcosa anche dal punto di vista umano, non solo lavorativo. Tanti clienti sono diventati amici e con loro si è creato un legame speciale. Li aspettiamo tutti sabato prossimo per brindare insieme qui un’ultima volta". Non chiuderà soltanto il ristorante, ma anche della sala dedicata al sushi. Il Sottosale è stato il primo a portare il sushi nel borgo San Giuliano.