Una fiera a tutta birra. In Riviera 600 espositori da tutto il mondo

Parte oggi l’esposizione dedicata all’industria del bere: taglio del nastro con la ministra Locatelli che incontrerà i partecipanti al contest Ragazzi speciali.

Una fiera a tutta birra. In Riviera 600 espositori da tutto il mondo

Una fiera a tutta birra. In Riviera 600 espositori da tutto il mondo

Bionde, rosse, scure, ambrate. Cento sfumature di birra alla Fiera di Rimini con Beer&Food Attraction – The Eating Out Experience Show, da oggi fino a martedì con 600 brand provenienti da tutto il mondo. La birra sarà naturalmente la grande protagonista della nona edizione del salone targato Ieg (Italian Exhibtion Group), Ma non mancano incursioni nel mondo del food, soft drink e cocktail (alcolici e analcolici) per un evento che strizza l’occhio anche agli amanti del buon bere a trecentosessanta gradi e agli appassionati di mixology. Sedici le nazioni rappresentate (Germania, Belgio, Spagna e Regno Unito guidano la carica insieme all’Italia): un’edizione, quella 2024, sempre più internazionale, grazie alla partnership con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, l’Agenzia Ice e il network dei regional advisor di Ieg. A brindare saranno 125 buyer esteri provenienti da 40 Paesi. Tra i più rappresentati, Canada, Spagna, Estonia, Danimarca e Svezia. Oggi alle 11 cerimonia di apertura nella Horeca Arena (padiglione C3): sarà presente anche Alessandra Locatelli, ministra per le disabilità, che incontrerà i partecipanti al contest ‘Ragazzi Speciali’.

Ad alternarsi sul palco, oltre al presidente di Ieg Maurizio Ermeti, anche il presidente dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna Emma Petitti e il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad. E ancora: Antonio Portaccio (presidente Italgrob), Alfredo Pratolongo (presidente Assobirra), Vittorio Ferraris (presidente Unionbirrai), Rocco Pozzulo (presidente Fic-Federazione Italiana Cuochi) e Aldo Maria Cursano (vice-presidente vicario nazionale Fipe-Federazione Italiana Pubblici Esercizi). Un settore, quello dell’eating out, in crescita costante e che vede nei micro-birrifici una delle sue punte di diamante. Sono più di 1.300 in Italia, sfiorando i 10mila addetti diretti. L’appuntamento alla fiera di Rimini sarà l’occasione anche per una panoramica sul mondo del quick service restaurant (bar e più in generale locali che non prevedono servizio al tavolo): nel 2023, il settore ha registrato un +6,9% in termini di presenze. Un dato strettamente collegato alla ripresa dei consumi fuori casa, come comunicato da Fipe: nel 2023 i pasti fuori casa hanno avuto un valore di 89,6 miliardi di euro rispetto agli 83,5 dell’anno precedente. Infine, Beer&Food Attraction accoglie il mondo beverage in tutte le sue sfaccettature. E tra queste ci sono le acque, che secondo Mineracqua sono cresciute dell’8% in termini di produzione rispetto al 2022, con un giro d’affari da 3,1 miliardi di euro. Mentre ogni cittadino, secondo le stime, ne beve 252 litri all’anno.