Via del Porto, nuovi alberi e marciapiedi più larghi

Cattolica, ecco il progetto per il restyling della strada: intervento da 800mila euro

Via del Porto, nuovi alberi e marciapiedi più larghi
Via del Porto, nuovi alberi e marciapiedi più larghi

Restyling di via del Porto, ecco il progetto sulla storica strada di Cattolica con un investimento previsto di 800mila euro, in due stralci, a carico del Comune. L’amministrazione annuncia più spazi e percorsi per biciclette e pedoni, con marciapiedi dalle dimensioni adeguate a persone a mobilità ridotta, e più verde con la realizzazione di nuove aiuole e la piantumazione di altri 21 alberi, che porteranno a 33 il numero complessivo delle piante presenti lungo il tragitto della strada che partendo dal centro arriva fino al porto. "Attualmente sono 19 le piante esistenti – spiega l’amministrazione comunale – Sette di queste saranno tagliate dal momento che il loro mantenimento non avrebbe permesso la realizzazione di marciapiedi fruibili anche da parte di quelle utenze più fragili". La riqualificazione di via del Porto prevede la classificazione della via come strada urbana ciclabile, un inquadramento che consente la circolazione di bici e autoveicoli, ma quest’ultimi sono tenuti a dare priorità alle biciclette.

"Il progetto prevede inoltre il ridimensionamento dell’ampiezza della carreggiata – spiegano i tecnici comunali – in modo da consentire l’allargamento dei marciapiedi, che saranno lievemente rialzati rispetto alla carreggiata per dare percezione più ampia della sede stradale e minimizzare gli ostacoli ai pedoni. Il marciapiede lato Pesaro sarà della larghezza di 1,70 metri per tutta la lunghezza della via così da garantire la fruizione pedonale a tutti gli utenti. L’altro marciapiede invece avrà una larghezza intorno a 1,50 metri e solo in alcuni tratti sarà inferiore a tale misura". Il progetto prevede inoltre che sulla carreggiata siano realizzate delle chicane e dissuasori di velocità. L’assessore ai Lavori pubblici Alessandro Uguccioni spiega: "Questo progetto si innesta perfettamente nel solco dei principi cardine del Piano urbano del traffico e della mobilità. Abbiamo dedicato anche grande attenzione al verde urbano. Siamo riusciti a conciliare le esigenze connesse alla realizzazione dei marciapiedi con la volontà di arricchire la strada con nuovi alberi".

Luca Pizzagalli