Il Golf Club ancora non va in buca. Ci vorrà almeno un terzo tentativo per trovare un nuovo proprietario per il ‘green’ di Villa Verucchio, il primo realizzato in provincia di Rimini e una delle più belle strutture in circolazione sul territorio. L’asta bandita ieri è andata infatti deserta: prevedeva un prezzo base di 3,7 milioni di euro con...

Il Golf Club ancora non va in buca. Ci vorrà almeno un terzo tentativo per trovare un nuovo proprietario per il ‘green’ di Villa Verucchio, il primo realizzato in provincia di Rimini e una delle più belle strutture in circolazione sul territorio. L’asta bandita ieri è andata infatti deserta: prevedeva un prezzo base di 3,7 milioni di euro con offerta minima di poco superiore ai 2,7 per l’impianto di via Molino Bianco, ma non si è presentato nessuno. Realizzato nel 1995, ampliato e ammodernato anche successivamente, il Golf Club di Villa Verucchio è finito all’asta come tante altre importanti realtà immobiliari, dopo il fallimento della Cooperativa Muratori Verucchio (2017). Curatori del fallimento Cmv sono stati indicati i commercialisti Fabrizio Tentoni ed Ettore Trippitelli. Oltre al campo da gioco (18 buche) e al campo da pratica (7 buche), il complesso conta la club house con annesso bar e veranda che si affaccia sul campo da gioco, e 55mila metri quadrati di terreni agricoli all’intorno.

Il primo tentativo di mandare in buca il green è stato l’8 luglio. Si partiva dal prezzo base di quasi 5 milioni (4 milioni e 910) e prevedeva una offerta minima pari a 3 milioni e 682mila euro. Nemmeno il sostanzioso ribasso praticato ieri ha sortito effetto ma ciò non significa che il Golf Club non abbia appeal. Diversi potenziali investitori hanno preso informazioni sul ‘green’ e il relativo appezzamento all’intorno. "Con il collega Tentoni siamo intenzionati a riproporre un’asta. – assicura il curatore Trippitelli – Considerando i tempi tecnici, inizio gennaio è una data possibile". Anche il terzo tentativo sarà caratterizzato da un ribasso. "Ma non con percentuali come il 25% di questa occasione" avverte il curatore. Il ribasso sarà tra il 10-15%.

m. c.