L'assessore Jamil Sadegholvaad
L'assessore Jamil Sadegholvaad

Rimini, 5 aprile 2019 -  Niente Imu per tre anni, ai proprietari dei muri che taglieranno l'affitto a negozi di vicinato, pubblici esercizi e altre attività di almeno il 30%. La tassa sull'immobile sarà dimezzata, se lo sconto sarà di almeno il 20%. E' una delle misure annunciate oggi dall'assessore alle Attività economiche di Rimini Jamil Sadegholvaad per rilanciare il commercio, in centro storico e non solo. Ci saranno agevolazioni anche per botteghe storiche, negozi sfitti ed edicole,  e viene confermata la no tax area per le nuove imprese che aprono in centro. Il Comune metterà a disposizione 200mila euro all'anno, per quest'anno e anche per il 2020 e il 2021, per finanziare il 'pacchetto' pensato per il sostegno al commercio.

Il punto più importante riguarda la rinegoziazione degli affitti. I proprietari dei muri che concederanno alle attività in affitto da loro uno sconto di almeno il 30%, non pagheranno l'Imu per i prossimi tre anni. La tassa sarà rimborsata al 50% se lo sconto sarà di almeno il 20%. Le botteghe storiche iscritte all'albo si vedranno restituire dal Comune la tassa di rifiuti. Inoltre i negozi che pur avendo i requisiti non sono ancora iscritti, non dovranno più pagare 150 euro per la pratica di iscrizione. I proprietari di negozi sfitti che concederanno i locali a onlus e associazioni di volontariato avranno una restituzione parziale dell'Imu.

Infine, il capitolo edicole: quelle che si attrezzeranno per il rilascio di certificazioni dell’anagrafe del Comune di Rimini riceveranno un contributo pari alla tassa rifiuti versata. "Siamo convinti - assicura Sadegholvaad - che questo pacchetto di misure sia molto innovativo. Siamo tra i primi in Italia a vararlo. I 200mila euro a disposizione li riteniamo sufficienti: se venisse rinegoziato il contratto d'affitto per un centinaio di negozi sarebbe già un grande risultato".

Manuel Spadazzi