Meteo, l'ultimo fine settimana di marzo ha regalato alla Riviera temperature di maggio
Meteo, l'ultimo fine settimana di marzo ha regalato alla Riviera temperature di maggio

Rimini, 26 marzo 2019 - La spiaggia presa d’assalto. I primi tuffi (sì, c’è chi li ha fatti...). La prima tintarella della stagione. Le prime partite a pallavolo e beach tennis sulla sabbia. L’ultimo fine settimana di marzo ha regalato alla Riviera temperature degne di maggio. La primavera è cominciata con un anticipo d’estate. Dovremo abituarci sempre di più, visto come sta cambiando il clima...

La conferma arriva dall’indagine del Sole 24 ore, che ha analizzato come è cambiato il clima in Italia dal 2008 al 2018. Un’analisi accurata, realizzata insieme a 3Bmeteo, con tanto di classifica che vede la città di Imperia svettare su tutti i capoluoghi di provincia per il clima migliore. Ma Rimini si difende molto bene. Siamo al 25° posto assoluto, e primi assoluti in Emilia Romagna, con le altre città della regione molto distanti. Forlì (la migliore dopo Rimini in Emilia Romagna) si deve accontentare della 52esima piazza, Ravenna della 61esima, Bologna è alla 75esima.

Numerosi i parametri che sono stati considerati per la ricerca: dalle ore di sole alle ondate di calore, dagli eventi di maltempo estremi ai giorni di freddo fino a quelli di nebbia, solo per citarne alcuni. Rimini è al 13esimo posto assoluto in Italia per le ondate di calore (ogni ondata corrisponde ad almeno tre giorni consecutivi con oltre 30 gradi) e al 16esimo per indice di calore (ovvero i giorni annui con temperatura percepita superiore a 30).

Non è un caso che negli ultimi dieci anni la temperatura giornaliera media sia aumentata di 0,17 gradi. Ma a contribuire al buon clima di Rimini sono anche le ore di sole giornaliere (siamo al 40esimo posto) e la brezza estiva (stessa posizione). Restiamo una provincia dove piove relativamente poco (47esimo posto), siamo 30esimi per tasso di umidità relativa. Il problema è che quando piove, sempre più spesso, sono dolori: negli eventi meteo estremi (giorni con più di 40 millimetri di pioggia) Rimini si colloca al 40esimo posto.

Basta ricordare gli allagamenti del 2013 e quelli degli anni seguenti. Siamo praticamente a metà classifica sia per le giornate di freddo intenso (meno di 3 gradi), al 66° posto, sia per quelle più ventose (oltre i 25 nodi), al 68° posto. Il dato peggiore riguarda la nebbia: Rimini è 80esima, comunque meglio rispetto a Forlì, Ravenna e Ferrara (che si piazza al 98° posto).

Quello che deve far riflettere, secondo l’assessore all’Ambiente Anna Montini, è però soprattutto il cambiamento climatico che questi dati certificano. Cambiamento che va affrontato «con delle azioni comuni, in un quadro sinergico», per contrastare in particolare la siccità e l’inquinamento. La parola d’ordine, per la Montini, è allora lo sviluppo sostenibile, che passa «dalla crescita del verde urbano all’uso di fonti rinnovabili».