Jovanotti e Valentino Rossi nei camerini insieme (foto da Istagram)
Jovanotti e Valentino Rossi nei camerini insieme (foto da Istagram)

Rimini, 7 marzo 2018 - Adrenalinico, sognatore e continuamente felice. Jovanotti si racconta così al pubblico romagnolo, nell'ultima tappa riminese del suo nuovo tour Lorenzo Live 2018. Una serata, quella di martedì 6 marzo, descritta da tutti i presenti come "pazzesca e meravigliosa", ricca di colpi di scena.

Tra questi una proposta di matrimonio fatta in diretta da sotto il palco, da parte di uno dei fan, durante la canzone 'Ti Sposerò'. "Ti sei dichiarato qui adesso? - grida Lorenzo al termine del brano - E' un figata pazzesca. Sindaco di Rimini, se mi presta la fascia, li sposo io. E sposo tutti quelli che lo vogliono fare ora!". 

E un'altra dichiarazione di matrimonio è arrivata verso fine serata: quella dello stesso Jovanotti al pluricampione del mondo Valentino Rossi, seduto in platea all'Rds Stadium di Rimini. I due sono molto legati. "Vale non posso non salutarti. Guarda ho anche vestito i tuoi colori.  L'ho fatto apposta in tuo onore, fratello. Sei il nostro super eroe! Sono i colori più belli del mondo. Sposiamoci! No quello no, però ci vogliamo bene. Siamo una coppia di fatto”.

 

GRAZIE RIMINi!!!!!! FORZA VALE!!!!! @valeyellow46 #lorenzolive2018 #ohvita #ohvale

Un post condiviso da lorenzojova (@lorenzojova) in data:

In quasi tre ore di concerto, Jovanotti ha catapultato il pubblico in 'amarcord' spettacolari, con i suoi più grandi successi, ma lo ha fatto anche ballare con i pezzi del suo ultimo album 'Oh,vita!'. Continui i richiami alla sua amata Riviera, a Simoncelli, a Casadei e al folk, con anche l'esibizione dei due campioni mondiali Elisa Fuchi e Christian Ermeti. “Rimini, la Romagna, ormai è tradizione che quando si viene a suonare qui scatta una versione di Romagna Mia, perché è bella e perché si balla e si canta tutti insieme, con la luce negli occhi”, ha scritto Jova sui social.

Lorenzo fra un brano e l'altro, ha chiesto al pubblico di continuare a credere, sempre, in se stessi e nei propri sogni. Ha parlato di libertà e di cambiamento. A un giorno di distanza dalle elezioni, ha dichiarato dal palco: "Va bene il cambiamento. E' bello. Ma a me piace di più un cambiamento in avanti, non all'indietro".  

Tra gli ospiti a sorpresa presenti ieri sera, anche Marco Ligabue, fratello del Liga, dj Molella,con il quale 30 anni fa Lorenzo ha iniziato questo mestiere da dietro una consolle, il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, e Mirko Casadei. Dopo aver registrato il tutto esaurito nelle tre serate riminesi, ora il tour di Jova si sposta a Firenze.