Massimo Bonini dice addio alla Federcalcio di San Marino. "Dopo una collaborazione iniziata tre anni fa ho deciso di lasciare il ruolo di direttore tecnico della Federazione sammarinese giuoco calcio". Ad annunciarlo è proprio l’ex giocatore della Juventus, uno degli uomini più significativi del calcio sammarinese. "Sono stato lieto e onorato – dice Bonini - di aver potuto portare un contributo al calcio del mio Paese e ringrazio tutti coloro che me lo hanno concesso per aver creduto in me e per la fiducia che mi è...

Massimo Bonini dice addio alla Federcalcio di San Marino. "Dopo una collaborazione iniziata tre anni fa ho deciso di lasciare il ruolo di direttore tecnico della Federazione sammarinese giuoco calcio". Ad annunciarlo è proprio l’ex giocatore della Juventus, uno degli uomini più significativi del calcio sammarinese. "Sono stato lieto e onorato – dice Bonini - di aver potuto portare un contributo al calcio del mio Paese e ringrazio tutti coloro che me lo hanno concesso per aver creduto in me e per la fiducia che mi è stata riservata". Bonini saluta togliendosi qualche sassolino dalle scarpe. "Avevo diverse idee per migliorare il calcio sammarinese in generale – sottolinea pensando a quello che avrebbe voluto e potuto fare sul Titano - partendo proprio dalle generazioni più giovani che rappresentano il futuro, ma oggi rilevo che non ci sono più le condizioni per portare avanti una collaborazione che per me è stata importante".

Un addio amaro che Bonini si augura possa essere, magari con il tempo, semplicemente un arrivederci. "Il mio cuore – spiega - resta sempre legato al calcio del mio Paese e sarò sempre pronto a portare un eventuale contributo, se richiesto, e nel caso si creino condizioni favorevoli. Mi dispiace molto che sia finita un’esperienza che resterà per sempre nei miei ricordi". Qualche ora dopo l’annuncio di Bonini, la sua la dice anche la Federcalcio del Titano. "La commissione tecnica – si legge in una nota della Fsgc - da mesi sta portando avanti una serie di progetti di sviluppo per l’intera area di competenza a livello federale. Apprendiamo come il direttore tecnico Massimo Bonini non si sia detto disponibile a proseguire quanto sino ad ora pianificato grazie anche al suo indispensabile apporto. L’intenzione della Federcalcio è quella di comprendere se questa scelta sia determinata da motivazioni personali o sostanziali, nonché verificare se vi siano i margini per proseguire con la collaborazione".

E, intanto, dalla Casa del calcio annunciano l’arrivo di Andrea Nardoni. "Nel suo processo di costante ammodernamento dell’infrastruttura federale e dell’innalzamento degli standard qualitativi, la Federcalcio di San Marino – spiegano dalla Repubblica - può ora contare sulla comprovata professionalità di Nardoni, entrato a far parte da ieri della famiglia biancazzurra. Una figura altamente qualificata che integrerà e svilupperà anche alcune delle mansioni del direttore generale Alberto Pacchioni, elemento di prezioso supporto per le scelte strategiche della Federazione, ma il cui impegno negli ultimi mesi – per motivi personali e professionali – si è in parte ridotto".