Totò Schillaci, in versione rap
Totò Schillaci, in versione rap

Rimini, 7 giugno 2020 - Dalle ‘Notti magiche’ dei Mondiali di Italia 90 di trent’anni fa, a quelle in riviera con le note dei 78 Bit a fare da colonna sonora. È un Totò Schillaci versione rapper quello che in questo fine settimana a Rimini presenta il singolo ‘Gli anni degli anni’ cantato insieme al frontman del gruppo, romagnolo doc, Mario Fucili.

"Quando Mario mi ha chiesto di cantare con lui durante una partita della Nazionale attori e cantanti – racconta l’ex bomber che in quei mondiali del ’90 ha fatto sognare milioni di italiani - sono rimasto stupito perché non lo avevo mai fatto, poi mi sono convinto anche sulla spinta del direttore Giovanni Calì ed è stata una cosa divertente. Una bella avventura".

Totò Schillaci con l’assessore Gianluca Brasini e Mario Fucili

Insieme, Schillaci e Fucili, cantano proprio quegli anni e quei Mondiali amari per l’Italia sconfitta in semifinale dall’Argentina ai rigori, ma comunque indimenticabili per l’attaccante siciliano. "Ricordo ancora quella bellissima sensazione che ho provato ai Mondiali 90 – racconta Schillaci nel giorno del lancio ufficiale del singolo in Comune - ero già al settimo cielo per quella convocazione in Nazionale. Io avevo già vinto, anche rimanendo seduto in panchina. Ma quando il ct Azeglio Vicini mi disse di preparami, quasi non ci credevo. Ho sentito subito che era la mia grande occasione e che dovevo segnare. Quando ci sono riuscito, mi sembrava di volare. Tutti mi chiedono sempre di quegli occhi sgranati nell’esultanza: ero felice e quasi incredulo di quello che mi stava capitando. Ci sono periodi nella vita di un calciatore in cui ti riesce tutto, basta che respiri e la metti dentro. Per me questo stato di grazia è coinciso con quel campionato del mondo: qualcuno da lassù ha deciso che Totò Schillaci dovesse diventare il capocannoniere assoluto e l’eroe di Italia 90 e ancora oggi ho i brividi tornando indietro di 30 anni".


E ora, trent’anni dopo, le ‘Notti Magiche’ cantate dalla Nannini e Bennato, rivivono a Rimini con un sabato sera remeber al Coconuts e la partecipazione di oggi dell’ex bomber nazionale a ‘Quelli Che il calcio’ in diretta dal Top-Frontemare. Senza dimenticare il panino #Ciaone 90 ideato in onore del bomber e delle sue Notti magiche dalla paninoteca ‘La Salsicciona’ di Rimini. "Ero un ragazzino che giocava a calcio come attaccante quando Totò ci ha fatto sognare in maglia azzurra – racconta Fucili - E’ diventato subito il mio idolo e quando me lo sono ritrovato compagno di squadra in Nazionale cantanti e attori avevo i brividi ripensando a quel Mondiale. Avevo quasi timore a chiedergli di cantarlo con me, poi il sogno si è realizzato e grazie anche a lui è nato il singolo". Ieri, dopo essere stato a Palazzo Garampi accolto dall’assessore allo Sport, Gian Luca Brasini, Schillaci ha fatto tappa anche a San Marino incontrando i vertici della Federcalcio del Titano e il segretario di Stato allo Sport, Teodoro Lonfernini.