Il Cesena festeggia dopo il goal di Butic
Il Cesena festeggia dopo il goal di Butic

Rimini, 13 dicembre 2019 - Tre ultras del Cesena sono stati denunciati dalla Digos della Polizia di Rimini. Lo scorso 20 ottobre, al termine del derby di calcio tra Rimini e Cesena giocato nello stadio della città adriatica, avrebbero aggredito e minacciato il personale addetto al servizio steward nel settore del 'Romeo Neri' dedicato ai supporter ospiti. A conclusione dell'attività d'indagine - svolta in collaborazione con l'omologo ufficio della Questura di Forlì - Cesena - gli agenti della Digos riminese hanno denunciato a piede libero tre tifosi cesenati: uno di 38 anni residente a Riccione, nel Riminese e già sottoposto a Daspo per reati commessi in ambito sportivo; uno di 30 anni, residente a Longiano, nel Cesenate e già noto alle forze dell'ordine e uno 28 anni, residente a Bertinoro, nel Forlivese, anche lui sottoposto a Daspo per reati commessi in ambito sportivo.


Lo scorso ottobre, a fine partita, alcuni tifosi del Cesena - tra i 1.300 scesi a Rimini - avevano inveito e spinto gli stewards che, ai cancelli dello stadio, avevano invitato i sostenitori bianconeri ad attendere alcuni minuti prima di lasciare la struttura. La 'protesta' degli ultras cesenati era culminata con una manata in faccia ad uno steward e l'apertura forzata dei cancelli della Curva Ovest.


Grazie all'impianto di videosorveglianza del 'Romeo Neri' e alle telecamere del personale di Polizia Scientifica, gli uomini della Digos hanno ricostruire l'accaduto e individuato i responsabili accusati di avere usato violenza e minaccia nei confronti degli stewards. Verso i tre indagati sarà avviato il procedimento amministrativo per l'irrogazione dei Daspo.