Quotidiano Nazionale logo
17 apr 2022

"Che fatica stare fuori, ma ora sono pronto"

Serie D: il Rimini contro l’Alcione Milano ha ritrovato la vittoria e anche Andreis, dopo oltre un mese di stop per infortunio

donatella filippi
Sport
Il centrocampista ligure del Rimini, Simone Andreis (. Foto Petrangeli
Il centrocampista ligure del Rimini, Simone Andreis (. Foto Petrangeli
Il centrocampista ligure del Rimini, Simone Andreis (. Foto Petrangeli

di Donatella Filippi

Per oltre un mese, nel periodo clou della stagione, Simone Andreis è stato costretto a osservare i compagni da lontano. Una distorsione a una caviglia in allenamento e stop di 45 giorni. A piccoli passi il centrocampista ligure ha rimesso piede in campo. A Ravenna ha osservato i compagni non dalla tribuna, ma dalla panchina, e giovedì scorso al ‘Neri’, nei novanta minuti contro l’Alcione Milano si è ripreso una maglia nell’undici iniziale. E con ottimi risultati. "È stato un periodo veramente tosto per me – racconta Andreis – perché guardare da fuori e non poter dare una mano è dura. Ma fortunatamente mi sono buttato quel periodo alle spalle e ora sono pronto per la corsa di questo finale di stagione. Ci tenevo tanto a rimettermi in sesto almeno per l’ultima parte del campionato".

Uno sprint fatto di cinque gare, che si concluderà il 22 maggio al ‘Romeo Neri’ nei novanta minuti contro il Lentigione. Ma i biancorossi non guardano ancora tanto lontano e in questi giorni di Pasqua si godono il successo ritrovato contro l’Alcione, dopo la battuta d’arresto nello scontro diretto con il Ravenna. "È stata una partita difficile – ci ripensa la mezzala dell’Entella – ma siamo comunque riusciti a mettere insieme i tre punti perché siamo una squadra forte. Riusciamo a restare uniti davanti a qualsiasi difficoltà ci possa capitare in ogni momento di ogni partita. Era importante, anzi importantissimo ritrovare subito la vittoria. Soprattutto per il morale".

E Andreis, al rientro dopo l’infortunio, ha messo anche lo zampino nel gol di Mencagli, quello che è bastato al Rimini per mettere in tasca tutto il bottino. "Ho fatto solo una giocata – sorride Andreis – poi siamo stati bravi a incidere come volevamo. È stato un bene riuscire a sbloccare quella partita non troppo tardi". Per Andreis, e naturalmente per tutti i biancorossi, ci sono ancora due giorni di completo riposo, prima di iniziare a pensare al Ghiviborgo che domenica della prossima settimana si presenterà al ‘Neri’ per il secondo impegno casalingo consecutivo. Mister Gaburro ha concesso qualche giorno di relax ai suoi con la ripresa fissata per martedì pomeriggio della prossima settimana.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?