Alla fine sono 6. A meno che qualcun altro non si dilegui cuore della notte. Con il forfait del Nettuno2, che lascia così la piazza più blasonata dell’italico ‘batti e corri’ senza nessuna rappresentante nel massimo campionato, sono dunque scese a 6 le squadre che saranno ai nastri da mercoledì prossimo in A1. San Marino, Bologna, Parma, Godo, Collecchio e Macerata: di fatto sarà un torneo emiliano romagnolo con i marchigiani del...

Alla fine sono 6. A meno che qualcun altro non si dilegui cuore della notte. Con il forfait del Nettuno2, che lascia così la piazza più blasonata dell’italico ‘batti e corri’ senza nessuna rappresentante nel massimo campionato, sono dunque scese a 6 le squadre che saranno ai nastri da mercoledì prossimo in A1. San Marino, Bologna, Parma, Godo, Collecchio e Macerata: di fatto sarà un torneo emiliano romagnolo con i marchigiani del Macerata quali unici ‘forestieri’. Il calendario e la formula sono stati pertanto rivoluzionati, confidando che questa possa finalmente essere la versione definitiva. Doveroso, dunque, fare un po’ di chiarezza. Il girone unico resta, ma oltre all’andata si giocherà pure il ritorno. Rimangono d’attualità le tre partite settimanali (una al mercoledì sera, quindi, a campi invertiti, due al sabato oppure una venerdì e un’altra il sabato, sempre in serata), partite che dureranno sempre 7 inning invece degli abituali 9. La regular season potrà pertanto contare su 10 giornate, con ogni formazione che disputerà 30 incontri.

Non ci saranno pause, con la stagione regolare che terminerà sabato 12 settembre. A quel punto niente playoff, solo la finale scudetto (al meglio delle 7 gare ai 7 inning) tra le prime due classificate, quelle ‘Italian Baseball Series’ che, al più tardi, si concluderanno domenica 27 settembre nel caso di ricorso alla ‘bella’ per assegnare il tricolore. San Marino, che al primo turno avrebbe dovuto riposare, sarà invece in campo già mercoledì a Serravalle per incrociare le mazze con il Macerata: sabato 11 le altre due sfide sul diamante marchigiano. I titani se la vedranno poi con Parma (garauno in repubblica mercoledì 15), Collecchio (fuori la prima), Godo (ancora fuori il primo match) e Bologna, serie che si aprirà a San Marino mercoledì 5 agosto per proseguire poi al ‘Gianni Falchi’. Ora, dopo questo elefantiaco ‘parto’, le squadre cercheranno di completare i roster. San Marino attualmente dispone di 15 giocatori, cinque dei quali in grado di salire sul monte (Di Raffaele, Baez, Ercolani, Nicola Garbella e Maestri, che con ogni probabilità sarà il partente mercoledì): un altro pitcher potrebbe accasarsi sul Titano già nella giornata odierna.

a.c.