Quotidiano Nazionale logo
8 mag 2022

Il derby dura solo tre inning, poi Rimini crolla a San Marino

San Marino

16

New Rimini

1

SAN MARINO: Ferrini 2b (12), Celli ec (35), Angulo ss (13), Lino r (25), Ustariz 1b (24), Leonora es (25), Batista ed (02), Pulzetti 3b (23), Di Fabio dh (11) (Lo. Di Raffaele 11).

MEDIOLANUM NEW RIMINI: A. Gabrielli ec (03), Bertagnon dh (12), Canini es (12) (Focchi 01), Baccelli r (13), Bonemei ed (03), Pandolfi 1b (02), Cifalinò 3b (02), Cortesi ss (02), Perazzini 2b (12).

Successione: Rimini 000 100 = 1 bv 4 e 1. San Marino 000 619 = 16 bv 15 e 0.

Lanciatori: Quevedo (W) rl 5, bvc 4, bb 0, so 8, pgl 1; Baez (rf) rl 1, bvc 0, bb 1, so 2, pgl 0; Aiello (L) rl 3.1, bvc 3, bb 5, so 2, pgl 4; Di Giacomo (r) rl 2, bvc 4, bb 2, so 0, pgl 3; Pieretti (r) rl 0.1, bvc 7, bb 1, so 0, pgl 8; Filippini (rf) rl 0.0, bvc 1, bb 0, so 0, pgl 0.

Tre riprese in bianco per illudersi che potesse esserci una partita, poi, in avvio di quarto, è addirittura il New Rimini a ‘muovere’ per primo il punteggio (pbc di Baccelli).

A quel punto i campioni d’Italia si scuotono e rompono gli argini, confezionando due clamorosi ‘big inning’ da 6 (al 4°) e addirittura 9 punti (al 6°, quando scatta la sospensione per ‘manifesta’).

Due doppi di Celli (nella foto), Ustariz e Leonora, un homer di Ferrini.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?