La squadra di Fallini batte La Fiorita vincendo il campionato per la terza volta consecutiva e il quinto titolo negli ultimi cinque disponibili (foto Pruccoli)
La squadra di Fallini batte La Fiorita vincendo il campionato per la terza volta consecutiva e il quinto titolo negli ultimi cinque disponibili (foto Pruccoli)
Prima Michelotti, poi Pasqualini. Sono loro a decidere la finale contro La Fiorita del 15° campionato sammarinese di futsal, regalando al Fiorentino il terzo scudetto consecutivo ed il quinto titolo sugli ultimi cinque disponibili. La squadra di Fallini colpisce a metà e al tramonto del primo tempo e il doppio vantaggio resiste fino al fischio di chiusura. La Fiorita, priva degli squalificati Giacomo Bernardi e Samuel Toccaceli, parte con...

Prima Michelotti, poi Pasqualini. Sono loro a decidere la finale contro La Fiorita del 15° campionato sammarinese di futsal, regalando al Fiorentino il terzo scudetto consecutivo ed il quinto titolo sugli ultimi cinque disponibili. La squadra di Fallini colpisce a metà e al tramonto del primo tempo e il doppio vantaggio resiste fino al fischio di chiusura. La Fiorita, priva degli squalificati Giacomo Bernardi e Samuel Toccaceli, parte con ottimo piglio. Due volte Paesini cerca la porta, sparando però alto. Il Fiorentino in avvio predilige l’ordine e la calma, aspettando un errore della giovane banda avversaria per provare a colpire. L’occasione si offre al 7’, quando De Angelis recupera palla in posizione avanzata e la offre ad un più libero Maiani: il destro del numero 6 si infrange su un attento Marchetti.

La Fiorita risponde prontamente con Bernardi: l’ex Folgore riceve da pivot, si gira rapidamente e cerca la porta col mancino, mancandola di poco. Poco dopo Michelotti decide che è il caso di rischiare. Il laterale della Nazionale fa il suo ingresso in campo in uno dei momenti migliori de La Fiorita. Al 13’ Pellegrini conquista una punizione dai dieci metri che Bernardi calcia con potenza, trovando il tocco decisivo di Geri. Un minuto dopo, Marchetti lancia Bernardi che punta il diretto avversario, rientra sul destro e calcia cercando il palo lontano: Geri è battuto ma la palla sfila di un nulla a lato del legno, dando ai presenti solo l’illusione del gol. Gol che arriva poco dopo. Michelotti imbuca per Di Paolo che gli restituisce il pallone sulla corsa; il resto è farina del sacco di Michelotti, che guarda negli occhi Marchetti e con un tocco sapiente ne anticipa l’uscita.

La reazione furiosa de La Fiorita è affidata ad un’altra iniziativa di Bernardi. Ma il raddoppio è dietro l’angolo. Maiani conduce la ripartenza e offre la sfera a Pasqualini, cui non resta che aprire il piattone per battere Marchetti e portare il Fiorentino sul doppio vantaggio. Nella ripresa l’iniziativa passa a La Fiorita. Ed inizia il lavoro duro di Gian Luca Geri. La Fiorita esce sconfitta dalla sua prima finale di campionato. Il Fiorentino fa 54 nel conto dei risultati utili di fila. E questa estate, per Fallini e i suoi, sarà di nuovo Europa.