Gara d’andata contro i maltesi che si era aperta bene per la squadra di Omar Lepri con il vantaggio realizzato dal bomber Fedeli foto Pruccoli
Gara d’andata contro i maltesi che si era aperta bene per la squadra di Omar Lepri con il vantaggio realizzato dal bomber Fedeli foto Pruccoli
Un vantaggio lampo, poi tre gol subiti. Esordio prima dolce e poi amaro per la Folgore in Conference League. Al San Marino Stadium la squadra di mister Lepri passa dopo appena cinque minuti subendo poi il ritorno dei maltesi dell’Hibernians, capaci di rimettere in piedi la partita in 20’. I fuochi d’artificio sono soprattutto nel primo tempo. Meno di un giro di lancette e Attard spaventa Lombardi con un colpo di testa direttamente su rimessa...

Un vantaggio lampo, poi tre gol subiti. Esordio prima dolce e poi amaro per la Folgore in Conference League. Al San Marino Stadium la squadra di mister Lepri passa dopo appena cinque minuti subendo poi il ritorno dei maltesi dell’Hibernians, capaci di rimettere in piedi la partita in 20’. I fuochi d’artificio sono soprattutto nel primo tempo. Meno di un giro di lancette e Attard spaventa Lombardi con un colpo di testa direttamente su rimessa laterale: la palla lambisce il palo alla sinistra dell’estremo di casa. La Folgore impiega qualche minuto a trovare le giuste distanze in campo, mentre l’Hibernians insiste nel suo avvio aggressivo: al 5’ Kristensen esplode un mancino dal limite, potente ma troppo centrale per impensierire Lombardi, che va in presa. Passata la sfuriata maltese, la Folgore prende campo e trova subito il gol dell’1-0: Nucci

pennella dalla destra un traversone talmente preciso che bomber Fedeli, appostato nel cuore dell’area di rigore, quasi non ha bisogno di staccare. Colpo di testa vincente del bomber ex Murata e vantaggio dei padroni di casa, favorito anche da una scivolata del portiere maltese sul terreno traditore. L’iniezione di adrenalina spinge i giallorossoneri alla ricerca dell’immediato raddoppio: missione che quasi riesce a Jassey, punto terminale di un’azione travolgente avviata da Spighi sul settore destro (fuga, dribbling fra due avversari e palla a rimorchio per il compagno). Il mancino di uno degli ultimi arrivati alla corte di Lepri, però, trova Nicky Vella sulla traiettoria. L’Hibernians rialza il baricentro e al 13’ rimette in parità il risultato con una meraviglia di Degabriele. La palla calciata dal giocatore maltese si spegne vicina al palo lontano per il più classico e vincente dei tiri a giro. I maltesi completano la rimonta qualche minuto dopo grazie ad una girata di Jake Grech. nella ripresa la Folgore parte a mille, ma non basta. L’Hibernians non sfrutta le numerose occasioni in contropiede che gli si presentano, ma all’83’ riesce a chiudere la pratica con il secondo gol di serata di Grech. È una botta che complica dannatamente i piani della Folgore in vista della gara di ritorno, in cui serviranno due gol in più degli avversari per portare la sfida almeno oltre i 90’ regolamentari.