RIMINI Era nell’aria, adesso ci sono pure i crismi dell’ufficialità. Giorgio Broglia indosserà la canotta della Rinascita anche nel campionato 20202021. Il lungo pesarese, 34 anni compiuti lo scorso 8 febbraio, si appresta dunque a disputare la terza stagione consecutiva con il club riminese. "Già, e la cosa non può che farmi piacere, molto piacere – attacca Giorgio –. Sono con la RBR dalla primissima ora, è un progetto che ho sentito e visto nascere. Una città come Rimini, che aveva bisogno di ritrovare entusiasmo, si è identificata,...

RIMINI

Era nell’aria, adesso ci sono pure i crismi dell’ufficialità. Giorgio Broglia indosserà la canotta della Rinascita anche nel campionato 20202021. Il lungo pesarese, 34 anni compiuti lo scorso 8 febbraio, si appresta dunque a disputare la terza stagione consecutiva con il club riminese. "Già, e la cosa non può che farmi piacere, molto piacere – attacca Giorgio –. Sono con la RBR dalla primissima ora, è un progetto che ho sentito e visto nascere. Una città come Rimini, che aveva bisogno di ritrovare entusiasmo, si è identificata, si è riconosciuta nella nostra squadra. Quest’anno poi mi sembra che il livello del gruppo si stia alzando e questo rende il tutto ancor più stimolante".

Vero e l’innesto di Nicholas Crow è lì a dimostrarlo. A proposito: ‘Jack’, nelle intenzioni della vigilia, dovrebbe essere il numero 4 titolare. Quel ruolo fino a qualche mese fa era suo, gli spazi per lei potrebbero diventare più tiranni… "Il minutaggio per me non è mai stato un problema – sgombra il campo da possibili equivoci Broglia –. Non nascondo che mi piace di più giocare da ala forte, dove peraltro credo di poter rendere di più, ma all’occorrenza posso tranquillamente agire pure da centro. Insomma, sono pronto a fare quello che serve. E sono fiducioso", non è preoccupato il giocatore marchigiano, consapevole che essendo la più valida alternativa per Crow e Rinaldi nei paraggi del canestro alla fine una sua significativa fetta di partita riuscirà a ritagliarsela.

Ma tra lockdown e stop dell’attività ce l’ha fatta a mantenersi in forma? "A Pesaro abito in una zona isolata e fino al 2 aprile sono andato con regolarità a correre sotto casa, anche perché speravo di poter concludere la stagione – rivela il lungo –. Poi, quando il campionato è stato annullato, la corsa l’ho cancellata, mentre continuo a fare il lavoro fisico che mi aveva dato Marco (il preparatore Bernardi, ndr). Però non mi ‘ammazzo’", ammette Broglia, che venerdì è tornato pure a fare due tiri a canestro da solo in un campetto vicino alla propria abitazione.

Con il suo ingaggio diventano 7 i giocatori tutt’oggi sotto contratto con la Rinascita, con il reparto ali piccole, ali forte e centri che sembra definito. Broglia fa inoltre salire a cinque il numero dei senior già presenti, pertanto rimango ancora due sole maglie da assegnare tra i cestisti nati nel ‘97 e annate precedenti, con Pesaresi, Simoncelli e Luca Bedetti che restano in stand-by. La società riminese per il momento non vuole sbilanciarsi ("Vogliamo valutare bene ogni situazione", si limita a commentare il ds Davide Turci), mentre torna d’attualità l’ipotesi Meluzzi: il giovane ‘Batman’ è sotto contratto con Chieti, ma ancora non sa se rimarrà in Abruzzo.

alb.cresc.