Rimini, 9 settembre 2016 – Un pubblico numeroso ed emozionato ha assistito ieri sera al disvelamento in anteprima mondiale di un capolavoro dell’ingegno di un maestro riminese del mondo delle moto. GUARDA LE FOTO

Flash e applausi in piazza Cavour per la presentazione al pubblico della T12, la moto ‘ideale’ pensata e progettata da Massimo Tamburini, uno dei più apprezzati tecnici e designer di moto al mondo. Un gioiello motoristico progettato da Tamburini fino al dettaglio prima della sua prematura scomparsa e trasformato poi in realtà dalla famiglia, che ha deciso di mostrarlo per la prima volta al pubblico nella città dove tutto è iniziato.

Ad avere l’onore di togliere i veli alla T12 la figlia Morena e il sindaco di Rimini Andrea Gnassi, insieme alla moglie di Massimo Tamburini Pasquina e agli altri due figli Simona e Andrea, che al microfono del giornalista Marco Masetti ha illustrato la filosofia che ha ispirato il padre nella ideazione di questo ultimo capolavoro. Tra gli interventi anche quello di Guido Meda, voce della MotoGp per Sky Sport.

La T12 – una moto supersportiva nata per la pista, spinta dal motore BMW 1000 derivato dalla SBK - rappresenta il ‘pezzo’ di punta della mostra Massimo Tamburini – The Dream in corso alla Far Fabbrica Arte Rimini fino a domenica, una delle iniziative che compongono il ricco calendario di eventi dedicati al mondo dei motori promossi dal Comune di Rimini in occasione del Gp di San Marino e della Riviera di Rimini. Accanto a quella che avrebbe dovuto essere la moto “senza compromessi” di Massimo Tamburini, la mostra racconta la storia del designer riminese (premiato col Sigismondo d’oro nel 2012) attraverso l’esposizione di dodici tra i suoi più bei modelli, capolavori che hanno segnato la storia della motocicletta nel mondo.