Quotidiano Nazionale logo
11 mag 2022

New Rimini stasera a Parma per il recupero col Crocetta Blindati i campi dei Piratini

Il maltempo, lo scorso 23 aprile, aveva interrotto garadue allo ‘Stuard’ di Parma. Si giocava la seconda parte del terzo inning tra i padroni di casa del Crocetta e la Mediolanum New Rimini, squadre a braccetto sullo 0-0. E da lì si ripartirà nel recupero fissato per questa sera (playball alle 20.30). I ragazzi di Mike Romano dovranno schierarsi in difesa e sul monte salirà nuovamente Tognacci (foto), vale a dire il pitcher che era in campo quando la pioggia ha reso impossibile la prosecuzione dell’incontro.

"È in un buon momento, Tognacci, e noi andiamo a Parma per giocarcela – promette il manager riminese –. Una vittoria ci regalerebbe sicurezza, potremmo agganciare il Longbridge al quinto posto e approcciarci con lo spirito giusto al confronto con Sala Baganza". Il Crocetta però è un brutto cliente. Ha una classifica migliore (7-4 il record dei ducali, 3-8 quello degli adriatici) e a livello statistico si fa decisamente preferire in tutti i settori. Gli emiliani battono di più (mb 277 contro 207), commettono meno errori (18 contro 23) e hanno un monte di lancio più solido (3.29 la media pgl, 7.27 per il New Rimini). In garadue, poi, Parma può schierare sulla ‘collinetta’ gli stranieri, vale a dire Consuegra Almanza (3.43 il pgl) e Guerra Ceballos (2.45). Insomma, per portarla a casa la Mediolanum dovrà fare qualcosa in più rispetto al suo abituale standard, in un match che vedrà assenti Bertagnon (motivi di lavoro) e Canini, che deve operarsi alla mano (frattura rimediata nella trasferta a San Marino). C’è poi Zappone non al top per una ‘pallata’ che gli ha annerito il mignolo del piede, ma l’interno italo-venezuelano sarà ugualmente in diamante. Spulciando nelle cifre, che sono comunque ancora ‘giovani’, si nota come nel New Rimini solo due giocatori riescono a esprimersi nel box sopra quota 300 (320 il sorprendente Cifalinò, 310 Zappone), mentre il terzo bomber (Bertagnon) si ferma a 250 e altre mazze che dovrebbero avere più impatto viaggiano sotto i 200 (194 Baccelli, 182 Bonemei, 133 Pandolfi). In pedana il miglior pgl è di Ridolfi (5.32), con Tognacci (5.40) nei paraggi. Poi Aiello (6.50), Di Giacomo (8.49) e Pieretti (17.18). Ieri mattina, intanto, all’ingresso dei due campi dei Piratini sono spuntati lucchetti e catene, per la ‘querelle’ tra il gestore dell’impianto e la società. Così i bambini dello Junior Rimini, dagli under 9 agli under 18, non si sono potuti allenare. Il presidente dello Junior, Francesco Zucconi, ha segnalato la cosa ai Carabinieri e ha sporto poi querela.

alb. cresc.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?