Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
30 giu 2022
30 giu 2022

Rimini, Galdiolo ‘prof’ di ruolo "Servirà avere le testa giusta"

30 giu 2022
Un altro anno di contratto per il preparatore atletico Alberto Galdiolo che tra quindici giorni rimetterà i biancorossi al lavoro
Un altro anno di contratto per il preparatore atletico Alberto Galdiolo che tra quindici giorni rimetterà i biancorossi al lavoro
Un altro anno di contratto per il preparatore atletico Alberto Galdiolo che tra quindici giorni rimetterà i biancorossi al lavoro
Un altro anno di contratto per il preparatore atletico Alberto Galdiolo che tra quindici giorni rimetterà i biancorossi al lavoro
Un altro anno di contratto per il preparatore atletico Alberto Galdiolo che tra quindici giorni rimetterà i biancorossi al lavoro
Un altro anno di contratto per il preparatore atletico Alberto Galdiolo che tra quindici giorni rimetterà i biancorossi al lavoro

Ora la squadra è al completo. Dopo le conferme di Salvatore D’Alterio e Fabio Finucci, in casa Rimini arriva anche quella del preparatore atletico Alberto Galdiolo. Un altro anno al fianco di Marco Gaburro, un altra stagione a prendersi cura della tenuta fisica dei biancorossi. "Scontato dire che mi fa piacere continuare questa avventura – dice Galdiolo – Ringrazio la società e il mister. Sono felice di aver conquistato la sua fiducia. Lo scorso è stato il primo anno in cui abbiamo lavorato insieme e devo dire che si è instaurato subito un ottimo rapporto. Come del resto con tutto lo staff. E credo che questo lo abbiano ‘respirato’ anche i giocatori. Come è stata ottima la collaborazione con lo staff medico". Dalla D alla serie C, uno scatto non da poco quello che toccherà ai biancorossi. "Cambieranno forza fisica e intensità, ma ci sarà naturalmente differenza anche dal punto di vista qualitativo – spiega il preparatore dei biancorossi – Ma credo che la parte mentale sia la più importante e da questo punto di vista la categoria potrebbe anche non fare troppa differenza". La passata stagione, a suon di vittorie, probabilmente è stato anche più semplice non sentire la fatica. "Questo ha aiutato senz’altro – dice – ma è anche vero che ogni stagione fa storia a sé e le motivazioni si devono sempre trovare. Il tipo di lavoro cambia a seconda delle richieste dell’allenatore, ma dipende anche dalle caratteristiche dei giocatori. Più si sale di categoria e più il lavoro viene personalizzato".

Ancora 15 giorni di vacanze, poi si torna a correre. E la fase di preparazione sarà fondamentale, forse più per fare diventare squadra un gruppo di giocatori che per mettere benzina del motore. "È chiaro che quella della preparazione estiva è una parte importante – dice Galdiolo – ma, in realtà, oggi non è più come vent’anni fa. Il lavoro viene spalmato sull’intero campionato, non si concentra principalmente nella fase estiva. Se ripenso alla scorsa stagione è stato proprio così. Il primo giorno di giugno ancora eravamo in campo ad allenarci duro. È una questione di mentalità e di spirito di sacrificio. Due cose fondamentali". Non resta, allora, che darsi appuntamento il 15 luglio al ‘Romeo Neri’.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?