DONATELLA FILIPPI
Sport

Rimini, Gigli alla corte di Troise. E anche Pietrangeli è in partenza

Difesa praticamente da ricostruire per il club biancorosso che rischia di dover fare lo stesso pure con l’attacco

Rimini, Gigli alla corte di Troise. E anche Pietrangeli è in partenza

Rimini, Gigli alla corte di Troise. E anche Pietrangeli è in partenza

Gigli passa all’Arezzo. Pietrangeli è destinato al Sudtirol o in ogni caso alla serie B. E il Rimini, in un batter d’occhio, si ritrova con quasi tutta la difesa da ricostruire. Senza parlare di quello che, a breve, potrebbe esserne dell’attacco. Ma dentro questa prima fase di mercato conviene addentrarsi con ordine. Cercando di dimenticare per un attimo che, al momento, sono più i giocatori con la valigia pronta (o che vorrebbero farla) rispetto a quelli che in riviera si stanno attrezzando per affittare casa. La notizia del passaggio del difensore Nicolò Gigli all’Arezzo dell’ex Troise non è un fulmine a ciel sereno. E magari messo anche in conto dal club di Piazzale del Popolo. Che con il centrale romano, in scadenza di contratto a fine mese, ha tentennato più di qualche giorno sul rinnovo. Tanto che, alla fine, Gigli ha accettato il corteggiamento (con tanto di biennale) del suo ex allenatore. Ma in partenza, nonostante abbia il contratto per altre due stagioni, c’è anche Nicola Pietrangeli. Le sirene della B suonano da mesi per il centrale romano che, dicono i ben informati, non abbia più intenzione di attendere. Così, la difesa biancorossa ha bisogno di più di qualche ritocco (anche Tofanari pare non sia nell’elenco di chi resterà) e ci si augura che il direttore tecnico Di Battista e soci lo abbiano messo in conto con largo anticipo. Avendo già in pugno i sostituti.

Discorso a parte per il reparto avanzato. Difficile trattenere chi non vuole restare. Ma la sfida vera sarà quella di essere poi all’altezza sul mercato. Che Morra e Lamesta fossero due pezzi pregiati del mercato estivo lo si sapeva da parecchio tempo. I numeri nel calcio non sono una cosa da poco e i numeri della scorsa stagione dei due attaccanti del Rimini sono di quelli che fanno alzare le antenne a chi non ha problemi ad aprire il portafogli. Come il Benevento. Tanto che dalla Campania danno l’affare già fatto. E pure da Arezzo, con un budget rinforzato rispetto alla scorsa stagione, più di un pensiero a Morra lo hanno fatto con Troise che sarebbe ben contento di traslocare in Toscana in compagnia del ’suo’ bomber principe. Al Rimini, ora, il compito di battere più di un colpo.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su