Quotidiano Nazionale logo
8 mag 2022

Rimini, vincere al ‘Neri’ per andare in paradiso

Serie D: a quattro punti dalla promozione quando mancano tre gare al termine della stagione, oggi in piazzale del Popolo bussa il Seravezza

donatella filippi
Sport

di Donatella Filippi

Niente calcoli, niente timori. Il Rimini al ‘Neri’ oggi contro il seravezza (calcio d’inizio alle 17) dovrà soltanto fare quello che in questa stagione gli è sempre, o quasi sempre riuscito: vincere. Un successo contro i toscani potrebbe già regalare ai biancorossi la promozione, ma se così non fosse portebbe comunque la squadra di Marco Gaburro a un solo passo dalla serie C con 180 minuti ancora da giocare. Il Rimini vede il traguardo e il tecnico veneto che ancora a in mente quello successo appena qualche giorno fa a Carpi, predica calma. "Non dobbiamo viverlo come un match point – dice – Averlo fatto ultimamente ci è già costato caro a livello mentale. Penso sia una partita che ci può dare dei punti pesanti. Sappiamo che ne dobbiamo fare quattro, possibilmente nelle prossime due". Quindi, oggi con il Seravezza e domenica prossima contro il Sasso Marconi. Gaburro torna al tridente preferito con Mencagli a guidare l’attacco. Soluzioni alternative a centrocampo dove non ci sarà Tanasa (squalificato), uno dei sempre presenti in questa stagione. A giocarsi una maglia in cabina di regia saranno Callegaro e Pari con il primo in vantaggio sul secondo, anche per una questione di under. Tornerà dal primo minuto Greselin, mentre ancora una volta in difesa Gaburro non potrà contare su Carboni. Per il difensore che in settimana era tornato ad allenarsi con i compagni, ieri si è riaperta la porta dell’infermeria. Rispetto alle ultime uscite l’allenatore del Rimini avrà molte più alternative in zona gol se si considera che anche Tomassini, già in campo mercoledì scorso a Carpi, ha sempre più minuti nelle gambe. Ma, al di là degli uomini, classifica alla mano, saranno le motivazioni a fare la differenza. Molte, anzi moltissime quelle del Rimini, meno quelle di un Seravezza che ha già la salvezza in tasca. "Le motivazioni contano molto, e sono d’accordo sul fatto che le nostre saranno molte di più di quelle dei nostri avversari – dice – Questo non vuol dire, l’ho spiegato ai ragazzi, che non ne abbiano".

I novanta minuti tra Rimini e Seravezza saranno diretti dal fischietto della sezione di Macerata, Gabriele Sacchi che sarà assistito da Zef Preci di Macerata e Gregorio Maria Galieni della sezione di Ascoli Piceno.

La probabile formazione del Rimini (4-3-3): Marietta; Lo Duca, Pietrangeli, Panelli, Haveri; Tonelli, Callegaro, Greselin; Gabbianelli, Mencagli, Piscitella. All.: Gaburro.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?