Rinascita, grandi manovre per i rinforzi. Da Fantinelli a Vildera, quanti big sul mercato

Si pensa prima agli italiani: nel mirino un play, un lungo e un esterno che possa alternarsi con Anumba. Poi caccia al successore di Marks

Rinascita,  grandi manovre per i rinforzi. Da Fantinelli a Vildera, quanti big sul mercato

Rinascita, grandi manovre per i rinforzi. Da Fantinelli a Vildera, quanti big sul mercato

Il mercato non risparmia nessuno e nel calderone delle trattative estive ecco anche tanti grandi nomi. Con la fine ufficiale della stagione, piuttosto recente, tutte le società sono alle prese con i ragionamenti sulla squadra del 2024-2025. Non c’è una Trapani all’orizzonte, una dominatrice del mercato che ha speso cifre folli per assicurarsi la Serie A. Ci sono però tante contendenti, ancor più dell’anno passato, che possono disporre di budget di altissimo livello e che hanno fame di grandi colpi. Ecco perché, un po’ a sorpresa, anche alcuni giocatori chiave di squadre di alto livello sono al centro di diverse trattative e, anche per la Rinascita, la situazione potrebbe farsi interessante. La prima chiave di tutto è la promozione in massima serie di Trapani e Trieste, due squadre con un parco italiani straordinario ma che avranno ora a che fare con le regole della Serie A. Vale a dire: possibilità di tesserare cinque o sei stranieri, di qualsiasi provenienza, a fronte di un pari numero di italiani. Probabile, dunque, anche per una questione di costi, che le due società siano disponibili a lasciare andare qualche pezzo pregiato. I siciliani potrebbero salutare Mobio, ala che in regular season ha prodotto quasi 9 punti e 5 rimbalzi di media ma che nei playoff ha visto dimezzarsi il minutaggio, visti i nuovi arrivi nel roster Shark. Su di lui già tante pretendenti in A e A2. Trieste, la squadra col roster forse più profondo di tutte, potrebbe salutare un lungo tra Candussi e Vildera. Due profili molto diversi, anche se entrambi di altissimo valore: più perimetrale e tiratore il primo, più lavoratore d’area il secondo. Su Vildera è forte l’interesse di una big come Brindisi e il prezzo è alto, ma per RivieraBanca potrebbe essere uno di quei tasselli da salto di qualità.

Ma il gioiello numero uno è un altro e sarebbe un colpo perfetto per una squadra come Rimini che cerca fisicità in tutti i ruoli, anche in quello di play. Si tratta di Matteo Fantinelli, di casa Fortitudo, eroe sfortunato della finale con Trapani e top player assoluto. Su di lui ecco le sirene di Udine, che pare abbia messo sul piatto addirittura 120mila euro all’anno. Sta ora a Rbr cercare di capire se fare all-in su qualche big o cercare di agire sottotraccia su giocatori di valore elevato ma magari con meno appeal a livello di mercato. L’idea rimane sempre quella di portare a casa un play, un lungo e un esterno che possa dividersi i minuti con Anumba. Poi verranno aperti i ragionamenti sugli americani, con Marks probabilmente ai saluti e Johnson che dovrebbe invece restare.

Loriano Zannoni

Continua a leggere tutte le notizie di sport su