Quotidiano Nazionale logo
3 mag 2022

Rinascita, il trittico di fuoco parte bene

Biancorossi vittoriosi a Cesena: con il bottino pieno nelle prossime due partite è assicurato il primato nel girone

Il trittico di fuoco si è aperto dunque bene per la Rinascita, che in maniera piuttosto autorevole è andata a prendersi i due punti al Carisport di Cesena, ‘casa’ di quei Tigers che presentavano in panchina Patrizio, il nuovo coach subentrato a Davide Tassinari. Le ‘tigri’ sono state avanti solo sul primo canestro, dopo di che l’Rbr ha preso il controllo delle operazioni (e dei rimbalzi, 41-32 il conto), allargando la forbice fino a toccare ripetutamente il +19 nel terzo periodo. È stata l’occasione per rivedere all’opera Masciadri, che dopo l’intervento al ginocchio ha ripreso confidenza con il parquet per una decina di minuti, così come sulle tavole cesenati ha fatto il suo esordio in canotta biancorossa Guido Scali, l’ala venuta a rimpolpare un po’ l’organico. Per la ‘new entry’ quasi 7’ di utilizzo, una porzione di gara spesa soprattutto a mettere energia in difesa, a costo di spendere anche qualche fallo in fretta. "Mi è piaciuto, ha avuto un bell’atteggiamento – commenta Mattia Ferrari –. Non è facile inserirsi in un nuovo contesto in pochi giorni". Scali è andato a referto in virtù del forfait di Rivali, rimasto in abiti borghesi per un problema a un alluce.

Senza il play pesarese Tassinari è rimasto dentro quasi 33’, con Mladenov che si è poi calato nel ruolo – non suo – per farlo respirare un po’ in panca. Nel successo riminese più firme, a cominciare dai lunghi Arrigoni e Rinaldi (28 punti e 18 rimbalzi in cooperativa), così come si sono avvertiti sul perimetro i ‘piccoli’ (6 assist a testa per ‘Tasso’ e Bedetti). "Abbiamo disputato una partita a tratti molto positiva, con i primi 25’ importanti", sostiene il coach di Rbr, che vuole poi ringraziare i 300 e passa tifosi accorsi al Carisport. "Sono stati pazzeschi, così come erano stati bravissimi ad Ancona. Questa vittoria la voglio dedicare a loro". Giovedì la Rinascita se la vedrà con la Kienergia Rieti, domenica – sempre al Flaminio – con la Luiss Roma. Un 22 e il primato è in cassaforte.

Il tabellino – Tigers: Gallizzi 5 (12, 12), Mascherpa 17 (48, 13), Moretti 12 (24, 24), Anumba 4 (26, 01), Nwokoye 2 (13); Bugatti 15 (34, 27), Giorgini, Ndour (03), Arnaut 6 (24 da tre), Brighi 14 (12, 47). All.: Patrizio.

Rbr: Tassinari 12 (33, 28), Saccaggi 15 (12, 410), Bedetti 9 (26, 15), Arrigoni 14 (611), Rinaldi 14 (55, 13); Mladenov 7 (33, 02), Scarponi 10 (12, 25), Masciadri (02 da tre), Scali 2, Fabiani 1, Rossi 3 (11 da tre), Carletti. All.: Ferrari.

Parziali: 13-21, 30-40, 49-65. T2p: Ces 1432, Rbr 2132. T3p: Ces 1228, Rbr 1136. Tl: Ces 1115, Rbr 1217.

alb. cresc.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?