Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Riviera Beach Run 2018 a Bellaria, 400 temerari sfidano il caldo / FOTO

La mini-maratona in stile balneare ha richiamato gli appassionati ma anche tanti turisti

di MADDALENA DE FRANCHIS
Ultimo aggiornamento il 29 luglio 2018 alle 19:28
Il podio femminile: ha vinto Judit Varga (Ph. Ottavio Pamantini)

Bellaria (Rimini), 29 luglio 2018 - Si sono presentati in 388, sfidando il gran caldo che ancora, nel tardo pomeriggio di ieri, faceva ribollire asfalto e battigia (FOTO). Sono i temerari che hanno partecipato alla nona edizione della Riviera Beach Run, la manifestazione podistica organizzata dal Comune di Bellaria-Igea Marina, in collaborazione con l'Associazione Sportiva Dilettantistica Dinamo Run.

Ciò che rende questa gara unica nel suo genere è il percorso, snodato in parte sulla spiaggia e in parte sul lungomare, per un totale di 11,5 chilometri. Una mini-maratona in pieno stile balneare, dunque, che piace tanto anche ai turisti: ieri se ne sono visti moltissimi, sia in gara, sia in veste di tifosi. Infatti, la Riviera Beach Run è diventata ormai un appuntamento imperdibile non solo per i runner e gli appassionati di corsa, ma anche per i tanti turisti affezionati a questo tratto della costa adriatica. Ciò che salta immediatamente all'occhio è il cordone di bagnanti che si crea, in spiaggia, intorno al tracciato della gara: una moltitudine di tifosi di tutte le età, che incitano tutti i partecipanti con un entusiasmo che sorprende. Quindi, in quel tratto particolarmente duro, lungo circa cinque chilometri, in cui i podisti corrono sulla sabbia, si può godere dello spettacolo di un tifo incessante e genuino.

Una maratona "balneare", certo, ma anche una vera e propria maratona in salsa romagnola: il premio di partecipazione, garantito a tutti, è un pacco di piadine. E al ristoro finale, accanto ai sali di magnesio e potassio per reintegrare i liquidi persi, fa bella mostra di sé un'enorme tela di lasagne, alla faccia del caldo, delle temperature roventi e dei consigli dei dietologi. Proprio il caldo ha messo a dura prova i concorrenti, tanto che in 18 si sono ritirati.

Per gli uomini ha vinto Nicholas De Nicolò, della Dinamo Sport, che ha tagliato il traguardo in soli 38 minuti e 49 secondi. Per le donne la più veloce è stata Judit Varga (Edera Forlì), con un tempo di 46 minuti e 21 secondi. Conclusa la corsa, alcuni atleti hanno trovato ristoro buttandosi in acqua; i più, tuttavia, hanno preferito buttarsi sulla teglia di lasagne. E la festa ha avuto inizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.